Connect with us

Porti

2017 anno record per il traffico mercantile di Haropa

Haropa, il sistema portuale creato nel 2012 dagli scali di Le Havre, Rouen e Parigi, ha movimentato tre milioni di teu durante lo scorso anno.

Pubblicato

il giorno

PARIGI – Con un aumento complessivo del traffico mercantile del 6% e di oltre il 15% nel settore dei container, ”Haropa” ha registrato le migliori performance tra i porti del Nord Europa nel 2017.
Per la prima volta nella sua storia, Haropa, il sistema portuale creato nel 2012 dagli scali di Le Havre, Rouen e Parigi, ha movimentato tre milioni di teu durante lo scorso anno.

Sviluppo del settore logistico

Secondo quanto riferisce l’allenza dei tre porti francesi, si tratta di un risultato che è frutto di uno sviluppo complessivo del settore logistico di Haropa che combina elevati standard nello shipping, nel trasporto merci oltre a connettere centri logistici con servizi di trasporto terrestre diversificati e multimodali.
A partire dallo scorso mese di Aprile, Haropa ha poi accolto le porta contenitori delle tre alleanze ”2M”, ”Ocean Alliance” e ”The Alliance” che raggruppano tutte le compagie dio navigazione attive sulle rotte transatlantiche e Asia-Europa. Inoltre, ”The Alliance” ha appena annunciato l’arrivo, ad Aprile 2018, di un nuovo servizio Asia-Europa che posiziona Haropa come primo porto di scalo in import, con un conseguente ulteriore aumento di traffico. L’incremento dei volumi di merci nel terminal multimodale di Le Havre nel 2017, con 145.000 teu gestiti, ha supportato lo sviluppo di nuovi servizi ferroviari e fluviali.

Traffico container con l’hinterland

Il traffico container con l’hinterland ha superato per la prima volta i due milioni di teu, con una crescita del 7%. Il transhipment è aumentato del 39% stabilendo anch’esso un record.
Con questi buoni risultati, Haropa rafforza la sua posizione tra i porti del Nord Europa: negli ultimi sette anni, il suo peso è aumentato dal 5,86% nel 2011 a circa il 7% nel 2017, ovvero un aumento di 1,1 punti percentuale, secondo le stime dei tre scali francsi.

Altri settori

Anche altri settori merceologici hanno riscontrato forti incrementi di traffico.
In particolare il comparto ro-ro con 300.000 veicoli movimentati è aumentato del 18%.
Le rinfuse liquide sono cresciute dal 5% a causa delle raffinerie della Normandia che hanno funzionato a pieno regime, determinando una diminuzione delle importazioni di prodotti raffinati.
Anche i trasporti marittimi e fluviali di materiali da costruzione sono in forte aumento (rispettivamente + 19% e + 14%), dimostrando lo sviluppo del mercato immobiliare e dei lavori pubblici. Complessivamente, il traffico di rinfuse solide si sta riprendendo con la nuova stagione delle granaglie.

Crociere e turismo

Boom anche per il mercato delle crociere e del turismo. Le crociere hanno raggiunto il massimo storico. La soglia di 400.000 passeggeri totali è stata largamente superata a Le Havre, Honfleur e Rouen, che ha accolto circa 200 navi da crociera. Anche il settore delle crociere fluviali nelle sue varie componenti è in netta crescita (7,5 milioni di passeggeri in ”crociera a vela” a Parigi, circa 80.000 passeggeri in crociera con alloggi a valle della Senna).

Tre azioni prioritarie nel 2018

Sulla scia di questi buoni risultati e dell’ambizione strategica confermata dal Governo, Haropa proseguirà la sua azione nel 2018 seguendo tre priorità:

– Sviluppo di servizi ferroviari e fluviali: grazie alla conferma dl sussidio statale concesso al trasporto combinato, Haropa contribuirà alla creazione di nuovi servizi ferroviari e fluviali nel 2018, in particolare, creando un servizio di trasporto ferroviario per la Svizzera e un nuovo servizio fluviale interno da Le Havre a Bonneuil-sur-Marne, a nord di Parigi.

– Rafforzamento dell’assistenza commerciale ai clienti: dopo la deludente raccolta di cereali nella stagione 2016, il porto di Rouen ha istituito un regime tariffario per sostenere questo commercio, oltre a completare i lavori di approfondimento del suo canale che consentirà di accogliere navi di maggiori dimensioni. Le tariffe diminuiranno quindi di circa il 25% per le navi di grandi dimensioni.

– Innovazione: Haropa porta avanti la sua ambizione di diventare un ”green port” sempre più rispettoso dell’ambiente e uno ”smart port” all’avanguardia nella tecnologia digitale per facilitare lo scambio di dati e ottenere flussi liberi di transito delle merci.

Dopo un eccezionale 2017 e sei anni di esperienza, Haropa, il principale sistema portuale francese, sarà oggetto di cambiamenti nel 2018 secondo le tendenze di integrazione espresse dal primo ministro francese, per continuare a crescere al servizio dei propri clienti anche quest’anno.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Porti

Nuove telecamere smart per La Spezia Container Terminal

Prodotte da Blaxtair compagnia specializzata in sistemi per la sicurezza sul lavoro

Pubblicato

il giorno

LA SPEZIA - Prosegue l’attività del Gruppo Contship Italia volta a potenziare i propri standard di sicurezza sul lavoro. L’ultima iniziativa, in ordine di tempo, è quella presentata da La Spezia Container Terminal con l’installazione delle prime due telecamere intelligenti Blaxtair, posizionate sul retro di uno dei forklift del terminal. Le telecamere - precisa una nota del terminalista - sono state prodotte da Blaxtair (compagnia specializzata nello sviluppo di sistemi di allerta di prossimità per la sicurezza dei luoghi di lavoro) e distribuite dal partner di lunga data CLS Spa. Il nuovo equipaggiamento è in grado di rilevare la presenza di persone e oggetti all’interno della zona retrostante il mezzo operativo, in sosta o in manovra. I sensori delle telecamere scandiscono ed analizzano continuamente l’area, utilizzando sofisticati algoritmi basati su modelli 3D e mantenendo il conducente all’erta attraverso un monitor di bordo ed un apposito allarme acustico, attivato in caso di...
Continua a leggere

Porti

Nuovo servizio EMS di Arkas Line

Prima partenza da Genova il 15 Febbraio

Pubblicato

il giorno

GENOVA - Arkas Italia, agente italiano della Arkas Line, annuncia l’introduzione da parte della compagnia di navigazione turca, del nuovo servizio ”Ems” che collegherà alcuni porti del Mediterrano con una cadenza settimanale. Sulla nuova linea la compagnia ha deciso di impiegare quattro navi, ciascuna della capacità di 1850 teu. Queste navi effettueranno la seguente rotazione: Genova, Alessandria, Haifa, Genova, Fos, Barcelona, Valencia, Algeciras, Tangier e Casablanca. Nel porto di Genova la nuova linea sarà inaugurata dalla ”Nexoe Maersk” (voy 01/18) prevista arrivare sotto la Lanterna il 14 Febbraio alle ore 13 per effettuare la prima partenza il giorno successivo alle ore 01.00. A questa nave seguirà la ”Teoman A” (voy 02/18), attesa giovedì 21 Febbraio. Le principali caratteristiche del nuovo servizio per il mercato italiano, possono essere riassunte nei seguenti tre punti: - nuovo servizio diretto settimanale per Alessandria Old Port con un transit time di quattro giorn...
Continua a leggere

Porti

Fit Cisl: cambiare modus operandi per Gioia Tauro

Si accentua una continua contrazione dei traffici

Pubblicato

il giorno

GIOIA TAURO - «Serve una straordinaria sfida per il cambiamento del modus operandi che sta pregiudicando il futuro. Mentre in Italia si registrano inversioni di tendenza nel campo del trasporto merci e dei porti, soprattutto di quelli dotati di logistica, nell’area portuale di Gioia Tauro, permangono ataviche condizioni di precarietà produttiva che da oltre sette anni affliggono, la situazione lavorativa, economica e sociale più in generale», afferma in una nota Annibale Fiorenza, segretario generale della Fit Cisl Calabria. «Notevoli - prosegue - sono i ritardi nell’attuazione degli interventi condivisi da tutte le parti in causa e programmati con l’Apq del Luglio 2016, il Patto per la Calabria e la legge per il Sud oltre alle azioni messe in campo dal Governo regionale. A ciò si aggiunge l’accentuarsi di una continua contrazione dei traffici di cui sono chiare le responsabilità degli azionisti della società Mct e della Msc, entrambi soci al 50% della società terminalis...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi