Connect with us

Politica

Anas: si è dimesso l’ad Armani

Toninelli contrario a fusione Anas-Ferrovie

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

Armani
ROMA - Si è dimesso l’amministratore delegato dell’Anas, Gianni Vittorio Armani. L’amministratore delegato ha comunicato al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli ed al Gruppo Fs Italiane le proprie dimissioni, in considerazione del mutato orientamento del Governo sull’integrazione di Fs Italiane e Anas. Il Gruppo Fs Italiane ha ringraziato Armani per il lavoro svolto in questi anni nel ristrutturare l’azienda. Subito dopo le dimissioni di Armani, si sono dimessi anche altri due consiglieri del cda di Anas, Vera Fiorani e Antonella D’Andrea, espressione del gruppo Fs, si apprende da fonti finanziarie. Di conseguenza il cda, composto da cinque membri, decade. La prossima settimana è attesa l’indicazione sul nuovo consiglio che deve arrivare da Fs con la condivisione del ministro Toninelli e del Mef. Ricordiamo che già a Settembre, durante un’audizione alla Camera, Toninelli aveva anticipato che ”l’integrazione tra Fs e Anas non è giustificata da alcun...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Il caso della nave Sea Watch

“Tenere” fuori è diverso da “lasciare” fuori

Avatar

Pubblicato

il giorno

italiani gigino costituzione livorno sea watch
Ci risiamo, si torna a parlare di sequestro di persona. Il caso e quello della nave Sea Watch “tenuta” fuori dal porto di Siracusa. L'espressione, ripetuta continuamente dalla stampa e, forse dai magistrati (ma non ne abbiamo riscontro) è certamente faziosa, non sappiamo se lo è consapevolmente o no poiché, nel secondo caso, sarebbe soltanto frutto di colpevole ignoranza. Infatti, una conoscenza anche minimale della semantica della lingua italiana avvertirebbe con chiarezza la differenza che corre fra il dire che la nave era stata “tenuta” fuori o che, invece, era stata “lasciata” fuori. Nel primo caso, il verbo tenere (da cui deriva detenere e, per analogia, sequestrare) indica, senza il minimo dubbio, costrizione, detenzione, coartazione...., cioè l'impedimento per quella nave di muoversi liberamente e di fare rotta verso qualunque destinazione tranne una, il porto di Siracusa. Nel secondo caso, il verbo lasciare, indica libertà, facoltà di, vale a dir...
Continua a leggere

Politica

Missione Di Maio negli Emirati Arabi Uniti

Folta delegazione italiana composta da aziende, associazioni e banche

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

ROMA - E’ iniziata negli Emirati Arabi Uniti la missione istituzionale del vice presidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio, che guida una ampia delegazione italiana a cui partecipano 147 aziende, otto associazioni imprenditoriali e sette banche, per un totale di 350 iscritti. Si tratta di una missione di sistema con focus nei settori dell’ Energia & Ambiente, Infrastrutture, Sanità e farmaceutico, Agroindustria e ICT. Nel corso della mattina il ministro Di Maio ha incontrato, insieme al sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano, il presidente dell’Ice, Carlo Ferro, il direttore generale di Confindustria Marcella Panucci e l’amministratore delegato di Sace Alessandro Decio, il ministro dell’Economia degli EAU Sultan bin Saeed Al Mansouri. Al centro del colloquio il Fondo Nazionale Innovazione, gli investimenti e le relazioni industriali tra i due Paesi. A tal riguardo si lavora anche alla definizione di una road map a livello G2G. In p...
Continua a leggere

Politica

Ceccarelli: “Bloccare le grandi opere in Toscana?”

L’assessore regionale interviene sui finanziamenti mancati allo scavalco ferroviario

Giulia Sarti

Pubblicato

il giorno

porto industriale di Livorno toscana
FIRENZE – Con il sì del Consiglio regionale, la Regione Toscana ha approvato pochi giorni fai la prima variazione della manovra finanziaria che prevede, tra le altre cose lo stanziamento a integrazione di quello statale di 2 milioni e 500 mila euro, cioè un totale di 5,7 milioni, per le opere relative allo scavalco ferroviario di Livorno, opera fondamentale per collegare porto e interporto e per la quale si aspettano almeno dallo scorso 13 Settembre, giorno dell'incontro al Mit, le risorse promesse dal Governo. “Viene il sospetto -commenta l'assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli- che dietro le azioni tattiche del Governo che accusa di ritardi infondati la Regione che addirittura propone di rivedere il progetto di tracciato della Tirrenica, ci sia la vera natura del ministero: quella di bloccare
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi