Connect with us

Senza categoria

Assemblea Spediporto per votare la ”Class Action”

Iniziativa contro Autostrade per l’Italia e ulteriori responsabili

Vezio Benetti

Pubblicato

il giorno

Spediporto
GENOVA - Il presidente di Spediporto, Alessandro Pitto, ha convocato per il giorno 13 Novembre 2018, alla vigilia del terzo mese dal crollo del ponte Morandi, l’assemblea generale degli spedizionieri genovesi che conta 300 aziende iscritte e oltre 9.000 dipendenti. L’iniziativa già ventilata nelle scorse settimane ha preso forma e contenuti sulla base di una analisi legata ai danni patiti dagli spedizionieri e da altri operatori portuali. ”Il Consiglio direttivo di Spediporto ha votato all’unanimità l’opzione Class Action - commenta Alessandro Pitto - che ora passerà il vaglio dei soci a cui chiederemo un mandato forte ad agire in tutte le sedi civili, penali ed amministrative. Siamo determinati a difendere l’interesse primario del lavoro, delle merci e del nostro scalo portuale. I danni che ad oggi sono limitati ad alcuni milioni di euro sono destinati a crescere, sebbene le aziende stiano lavorando per superare le mille difficoltà quotidiane offrendo alla propria clientel...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Senza categoria

Benetti ha varato superyacht FB273

Con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

FB273
LIVORNO - In un clima di festa, Benetti ha varato a Livorno FB273, superyacht custom di 70 metri, simbolo dell’eccellenza di cui Benetti da sempre si fregia. Di proprietà di un armatore esperto, lo yacht è realizzato con scafo in acciaio e sovrastruttura in alluminio, presenta 6 ponti e il suo design, estremamente caratterizzante, esalta la funzionalità degli spazi e le performance. Le linee eleganti degli esterni sono state realizzate dai designer Benetti; gli interni sono stati sviluppati da Laura Pomponi e dal suo design Team. La costruzione è stata seguita, per conto dell’Armatore, dalla Società Bureau Veritas Solutions M&O. Tra le tante particolarità di FB273, salta subito agli occhi l’area di poppa con una piscina a geometria variabile che, grazie ad un particolare sistema di movimentazione, per la prima volta realizzato su uno yacht Benetti, consente di variare l’altezza del fondo, adattandola a adulti e bambini. Il fondo del...
Continua a leggere

Porti

FuoriMuro contribuisce a riqualificazione di Pra’

Incontro con l’ing. Guido Barbazza

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

assemblea di FerCargo
GENOVA - FuoriMuro contribuisce al progetto di riqualificazione di Pra'. A tale scopo c'è stato un incontro tra la società che svolge il servizio di manovra ferroviaria all’interno del porto di Genova e del bacino portuale di Pra’ con l’ing. Guido Barbazza, fondatore del Consiglio di Comunità Praese, nonché Executive di una realtà internazionale leader nelle soluzioni tecnologiche in campo marittimo e industriale. La riqualificazione del territorio sta affrontando diversi aspetti del tessuto sociale ed ambientale del sestiere praese di Palmaro: dall’arredo urbano, all’inquinamento atmosferico a quello acustico. Tra gli attori coinvolti: Comune di Genova, Municipio VII Ponente, Consiglio di Comunità Praese, Regione Liguria, Autorità di Sistema portuale del Mar Ligure occidentale, Società Autostrade, PSA Genova - Pra’, RFI e FuoriMuro. “Siamo felici di partecipare ad un progetto di valorizzazione della comunità locale in cui operiamo” spiega...
Continua a leggere

Senza categoria

Giachino a De Micheli: un errore toccare l’art. 18.7 della 84/94

Per rilanciare il settore, economia e lavoro occorre prima una riforma della portualità

Vezio Benetti

Pubblicato

il giorno

esportazioni giachino
GENOVA – “Cara De Micheli ti scrivo” si legge in una nota dell’ex sottosegretario ai Trasporti e presidente di Saimare Mino Giachino inviata alla ministra delle Infrastrutture e Trasporti. “Toccare ora il comma 7 dell’articolo 18 della Legge 84/94 senza passare da una Riforma organica della portualità sarebbe un grave errore per l’economia e il lavoro. In questo secolo, iniziato molto male per l’economia italiana, i porti rappresenteranno ciò che ha rappresentato la grande fabbrica nel secolo scorso. Potranno essere cioè un grande motore di sviluppo perché, (la politica non lo ha ancora capito) i porti e le infrastrutture possono spostare traffici, cioè ricchezza, cioè economia e lavoro, da alcune direttrici alle nostre. Era la preoccupazione di Cavour quando l’apertura del canale di Suez riportò al centro della scena economica il mare Mediterraneo. Tu pensa -scrive ancora Giachino nella sua lettera- che il raddoppio del canale di Suez in questi ultimi anni h...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi