Aumentato l’interscambio tra Italia e Marocco

ROMA - L'Istat e Ice - Agenzia hanno diramato i dati di interscambio Italia - Marocco relativi all'anno 2015.
Il flusso complessivo di merci tra i due Paesi è aumentato del 6,6% passando dai 2,12 miliardi di euro del 2014 ai 2,26 miliardi dello scorso anno. Le esportazioni italiane, pari a 1,47 miliardi, sono cresciute del 3,9% nel corso del 2015, mentre le importazioni dal Marocco (797 milioni) sono aumentate in maniera più dinamica (+ 13,2%). Il saldo commerciale rimane quindi nettamente in favore dell'Italia (+ 673 milioni), anche se in flessione rispetto ai 710 milioni del 2014.
Le prime cinque categorie merceologiche delle esportazioni italiane sono: prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio (166 milioni di euro, + 37,6% rispetto al 2014), altre macchine per impieghi speciali (101 milioni, + 15,1%), tessuti (97 milioni, + 10,5%), altre macchine di impiego generale (86 milioni, + 0%), prodotti chimici, fertilizzanti, materie plastiche e gomm...

Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Archivio

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Archivio

Porto Trieste hub lungo Via della Seta

TRIESTE – L’importanza dello scalo portuale di Trieste nell’ambito degli scambi internazionali e la valenza del sistema logistico del Friuli Venezia Giulia, sono stati alcuni dei temi affrontati nell’incontro tra…
Cfo moby 15 12 17
Archivio

Francesco Greggio nuovo Cfo Gruppo Moby

MILANO – Francesco Greggio è il nuovo Chief financial officer del Gruppo Moby. Si tratta – informa la compagnia – di una promozione dall’interno dal momento che Greggio è in…
Archivio

In comune a Trieste ambasciatore della Turchia

TRIESTE – L’ambasciatore di Turchia Murat Salim Esenli, inquesti giorni è aTrieste in visita ufficiale. Accompagnato dal console generale della Repubblica di Turchia a Milano Hami Aksoy, dal primo segretario…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar