Brexit: lobby per import da Usa senza standard Ue

commercio export
ROMA - Lobby ultraliberiste e ultraconservatrici dalle due sponde dell’Atlantico stanno dandosi segretamente da fare perché, una volta andata in porto la Brexit, la Gran Bretagna si liberi dai «lacci» imposti dall’Unione europea sulla sicurezza alimentare e farmaceutica, la protezione ambientale e sul trattamento degli animali, per aprire il mercato britannico ai prodotti americani: dagli Ogm al manzo agli estrogeni fino al pollo lavato col cloro. Lo scrive il britannico ”Guardian”, che cita un’indagine svolta dall’omg ambentalista Greenpeace. Quest’ultima parla di «attivismo senza precedenti» da parte di dieci ”think tank” di ultradestra, che comprendono gli americani Heritage Foundation e Cato Institute e il britannico Initiative for Free Trade (Ift). Gli standard di sicurezza assai diversi fra America e Europa avevano imposto un passo lentissimo ai negoziati per il trattato di libero scambio transatlantico Ttip sotto l’amministrazione Obama, prima che il tutto venisse gettato ...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Shipping

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

EDGE Group
Shipping

EDGE Group e Fincantieri: nasce MAESTRAL

ABU DHABI – Vale 400 milioni di euro l’ordine di 10 pattugliatori d’altura (OPV) tecnologicamente avanzati di 51 metri da parte delle Forze della Guardia Costiera degli Emirati Arabi Uniti…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar