Confartigianato: riorganizzare il porto di Ancona

tavolo porto
ANCONA - Riorganizzare il porto di Ancona. Marco Pierpaoli, segretario generale di Confartigianato Ancona - Pesaro e Urbino che aveva aperto recentemente il confronto tra AdSp, Amministrazione comunale ed i rappresentanti del Cluster del porto, (autotrasportatori ed operatori logistici, spedizionieri, agenzie marittime, operatori della nautica), dell’annuale incontro di Confartigianato sullo sviluppo del porto di Ancona, giudica positivamente l’utilizzo del terminal carbonifero contrattualizzato da Frittelli Maritime per lo stoccaggio delle merci e lavorazione dei contenitori in termini logistici. Una nuova area di circa 15.000 mq, afferma Pierpaoli ferma da anni, che andava rimessa in circuito e l’utilizzo proposto è sicuramente quello migliore in quanto risponde alle esigenze di crescita commerciale del porto di Ancona che negli ultimi anni a perso traffici. Questo infatti era il messaggio uscito dal summit di Confartigian...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

sversamento mare Sustainable regioni
Porti

Sversamento in mare di sostanze dannose

VIAREGGIO – Le simulazioni in mare non riguardano solo quelle antipirateria. È infatti di tutt’altro genere la maxi-esercitazione antinquinamento durante la quale è stato simulato lo sversamento in mare al…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar