Nuove costruzioni navali: costano di più

costruzioni Wonder of the Seas
COPENAGHEN - +3% dei prezzi per le nuove costruzioni navali da inizio 2024, il livello più alto che non si vedeva dal 2008. A costatarlo è il report di mercato del Bimco (Baltic and International Maritime Council): rispetto alla punta più bassa, che si era registrata nel 2020, l'aumento tocca il 53%. Di controparte il portafoglio ordini è cresciuto del 72%, raggiungendo il livello più alto dall'inizio del 2012 e da inizio anno è cresciuto del 2%. Ci sono in ballo a livello globale dei cantieri navali 133 milioni di tonnellate di stazza lorda compensate (CGT), con un aumento di 56 milioni rispetto al minimo più recente del portafoglio ordini di fine 2020. Si attestano sul 35% e 30% di aumento rispettivamente le navi GNL e portacontainer, il resto riguarda navi portarinfuse, petroliere e gasiere. Il primo trimestre dello scorso anno ha visto raggiungere il picco del portafoglio ordini...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Shipping

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Shipping

Bluferries, varato lo ‘Skandia II’

ATENE – Un significativo passo avanti nel campo della tecnologia marittima sostenibile: Bluferries, società del Polo Logistica del Gruppo FS attiva nel trasporto marittimo sullo Stretto di Messina, C.T.E. Perdikaris Engineering, Architectural & Technical Services…
Traffico in toremar
Shipping

Sciopero lavoratori Toremar, qualcosa si muove?

PIOMBINO – Domenica 21 luglio è la data cerchiata in rosso accesso su calendario, quella dell’ampiamente preanunciato sciopero (proclamato per l’intera giornata) dai sindacati Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti e…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar