Connect with us

Autotrasporto

Da crollo ponte Morandi 116 milioni di danni

Secondo un’indagine di Conftrasporto-Confcommercio

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

Morandi
CERNOBBIO - A quasi due mesi dal crollo del Ponte Morandi il danno economico per le imprese dell'autotrasporto in transito per il nodo di Genova ha superato i 116 milioni di euro, cioè oltre due milioni di euro al giorno. Per i camion che quotidianamente attraversavano il ponte nel percorso cittadino l’incremento dei costi ha raggiunto oltre i 32 milioni di euro, pari a quasi 600 mila euro al giorno. E’ quanto emerge da un’indagine di Conftrasporto-Confcommercio, realizzata in collaborazione con Isfort, diffusa stamattina al 4° Forum Internazionale di Conftrasporto-Confcommercio a Cernobbio. La tragedia dello scorso 14 Agosto, oltre ad aver provocato la morte di 43 persone, ha prodotto una frattura profonda, non solo di una infrastruttura, ma anche di una intelaiatura cittadina che ha mostrato drammaticamente tutta la sua fragilità. I due monconi del ponte che oggi dividono il “levante dal ponente” segnano simbolicamente l’avvio di una nuova fase della politica dei trasporti ...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Autotrasporto

Fermare concorrenza sleale autotrasporto

Interrogazione ai ministri del Lavoro e dei Trasporti della Serrachiani

Avatar

Pubblicato

il giorno

autotrasporto
ROMA - "Intervenire in difesa delle aziende di autotrasporto italiane virtuose, danneggiate da chi abusa dell'istituto della somministrazione transazionale che consente una concorrenza sleale favorita dal differenziale di costo tra la contribuzione nazionale e quella di altre nazioni dell’Est Europa". Lo chiede la presidente della commissione Lavoro della Camera Debora Serracchiani con un'interrogazione ai ministri del Lavoro e dei Trasporti.
 "Vengono costituite aziende interinali nei Paesi dell'Est - spiega la deputata dem - per impiegare in Italia lavoratori somministrati grazie allo strumento della reciprocità, che consente alle aziende interinali rumene o bulgare di operare in Italia somministrando dipendenti che già vivono in Italia, ma cui vengono applicati i contratti di lavoro esteri. Rapporti  di lavoro - precisa - privi di contribuzioni previdenziali e garanzie".
Serracc...
Continua a leggere

Autotrasporto

Autisti di Tir nel Decreto Flussi

Baumgartner: “Anita lo chiedeva da tempo”

Avatar

Pubblicato

il giorno

autisti di Tir
ROMA - Cittadini non comunitari potranno essere impiegati come autisti di Tir nell’autotrasporto di merci per conto terzi. Il Decreto Flussi – appena pubblicato in Gazzetta – riserva infatti una quota di ingressi di cittadini non comunitari all’autotrasporto merci per conto terzi affinchè possano essere impiegati come conducenti professionali purché in possesso di patenti equivalenti alla categoria CE e convertibili sulla base di esistenti accordi di reciprocità tra i Paesi terzi di provenienza e l’Italia. Si tratta di Algeria, Marocco, Tunisia in Nord Africa, Repubblica di Macedonia del Nord, Moldova e Ucraina in Europa dell’Est e nei Balcani, Sri Lanka in Asia. È una bella notizia per i nostri associati e per tutte le imprese del settore – ha dichiarato il presidente di Anita, Thomas Baumgartner –, lavoravamo da tempo per ottenere questo risultato. Non è stato possibile riservare una q...
Continua a leggere

Autotrasporto

Gruppo Bracchi acquisisce Peterlini

Storica azienda parmense attiva nei trasporti eccezionali

Avatar

Pubblicato

il giorno

gruppo Bracchi
BERGAMO - Il gruppo Bracchi annuncia l’acquisizione di Peterlini, storica azienda parmense attiva dal 1967 nel settore dei trasporti eccezionali. Bracchi ha perfezionato da alcuni giorni l’acquisizione della società emiliana, una vera eccellenza italiana del comparto del trasporto tecnico eccezionale. La Trasporti Peterlini Srl con sede a Sorbolo, in provincia di Parma, si occupa di trasporti fino ad 80-100 tonnellate di carico. Proprio quel segmento mancante finora al Gruppo Bracchi, in grado di offrire trasporti fino a 40-50 tonnellate. Peterlini dunque consentirà a Bracchi di attivare nuovi servizi: trasporti eccezionali pesanti e di grandi dimensioni per il settore industriale, elettromeccanico, oil & gas; dai macchinari industriali alle macchine operatrici da cantiere, dalle imbarcazioni agli shelter fuori sagoma. I servizi saranno realizzati su tutto il territorio europeo, dove Bracchi è già presente con varie divisioni tra Germani...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi