Dazi alle elettriche cinesi, ora si punti sui biocarburanti

constantin biocarburanti
ROMA - La notizia dei dazi imposti in via provvisoria dalla Commissione europea all'importazione di navi cinesi elettriche ha fatto presto il giro dell'Europa. E dell'Italia. Una scelta che guarda alla salvaguardia del mercato europeo, impossibilitato a competere con i prezzi cinesi, sovvenzionati da incentivi governativi. Mentre si attende la risposta dalle terre asiatiche, qualcuno porta avanti nuove proposte come risposta alla decisione europea. Coldiretti punta sui biocarburanti chiedendo di togliere il veto sul loro utilizzo, “ingiustamente esclusi dalle deroghe accordate in vista della fine delle vendite di auto con motori alimentati a benzina e diesel, metano e Gpl fissata per il 2035”. Infatti nel regolamento presentato per lo stop nel 2035 ai veicoli con carburanti di origine fossile, l’Uni...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Energia, Trasporto

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

torino-lione
Trasporto

Torino-Lione: dall’Europa 700 milioni di euro

TORINO – Tra i finanziamenti assegnati dalla Commissione europea per i progetti beneficiari della terza edizione (2024-2027) del Meccanismo per collegare l’Europa “Connecting Europe Facility” (CEF), c’è anche la Torino-Lione.…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar