Connect with us

Shipping

È ufficiale: via le grandi navi da Venezia

Dal 1° Agosto non potranno più raggiungerla dal Bacino San Marco, Canale di San Marco e Canale della Giudecca

Pubblicato

il giorno

venezia_ Penzo Mo.S.E grandi navi a venezia
ROMA – Adesso è ufficiale: con l'approvazione del decreto legge da parte del Consiglio dei Ministri dal 1° Agosto 2021 le grandi navi non potranno più raggiungere Venezia attraverso il Bacino di San Marco, il Canale di San Marco e il Canale della Giudecca. Nel decreto sono stati inseriti anche gli interventi per compensare le perdite degli operatori economici e tutelare l'occupazione e decisi investimenti per 157 milioni per realizzare approdi temporanei all'interno dell'area di Marghera. “Un passo indispensabile per tutelare l’integrità ambientale, paesaggistica, artistica e culturale di Venezia, dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità” commenta il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini. “La disposizione specifica per Venezia si inserisce all’interno di un provvedimento che salvaguarda tutte le vie d’acqua dichiarate monumento nazionale. Siamo convinti che la difesa di Venezia e della sua laguna, unita a consistent...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shipping

Federagenti: l’Italia riscopra il mare

J’accuse del presidente Santi a politiche di pseudo sostenibilità ambientale

Pubblicato

il giorno

Federagenti
ROMA - “l’Italia riscopra il mare, l’unico vero green deal del paese”. E' quanto sostiene Federagenti, il cui presidente si dice contrario alle politiche di pseudo sostenibilità ambientale che ignorano e limitano la principale risorsa del Paese. Il World Economic Forum ha in questi giorni pubblicato il suo report 2022 identificando come primo fattore di rischio per l’economia mondiale nei prossimi 10 anni il mancato raggiungimento degli obiettivi globali sull’ambiente. “Nulla di più evidente – afferma Alessandro Santi, presidente della Federazione italiana degli agenti marittimi (Federagenti) - purtroppo non solo per la complessità degli obiettivi stessi, ma anche a causa degli intrecci geopolitici a cui tali obiettivi sono fatalmente interconnessi. Le legittime posizioni ambientaliste, che hanno avuto il merito di portare il green deal al primo punto di attenzione dei governi del mondo, sono purtroppo diventate spesso u...
Continua a leggere

Shipping

Messina confermato alla presidenza di Assarmatori

“Scongiuriamo il rischio che la transizione ecologica si trasformi in perazione mediatica”

Pubblicato

il giorno

Messina confermato

ROMA - Stefano Messina è stato confermato per altri quattro anni alla presidenza di Assarmatori.

“La transizione ecologica, per il settore marittimo ma anche per tutto il mondo del trasporto e della logistica, rischia di essere solo un’operazione mediatica se gli obbiettivi non saranno tarati sulle tecnologie effettivamente disponibili”, ha affermato il presidente del Gruppo Messina e vice presidente esecutivo della Ignazio Messina & C. riconfermato per altri quattro anni alla presidenza di Assarmatori.

Il nuovo mandato gli è stato affidato all’unanimità dall’Assemblea privata dell’Associazione, che si è tenuta oggi a Roma. Insieme a Messina è stato eletto anche il nuovo Consiglio Direttivo, che sarà composto dai due vicepresidenti, il confermato Achille Onorato e il nuovo eletto Vincenzo Romeo e da altri otto consiglieri: Stefano Beduschi; Gaudenzio Bonaldo Gregori; Matteo Catani; Franco Del Giudice; Luigi Merl...
Continua a leggere

Shipping

Servono politiche per il trasporto marittimo a emissioni zero

Per colmare il divario con i combustibili fossili

Pubblicato

il giorno

politiche per
COPENHAGEN - Servono misure politiche per rendere commercialmente redditizio il trasporto marittimo a emissioni zero, secondo il nuovo rapporto di Getting to Zero Coalition. "Closing the Gap" è il titolo del report pubblicato ieri che delinea le misure politiche che potrebbero colmare il divario di competitività tra combustibili fossili e alternative a emissioni zero nel trasporto marittimo, oltre a consentire una transizione equa. Il rapporto è stato realizzato da UMAS per Getting to Zero Coalition, una partnership tra il Global Maritime Forum, Friends of Ocean Action e il World Economic Forum. Affinché il trasporto marittimo internazionale metta in atto la decarbonizzazione, i carburanti a emissioni zero devono diventare la fonte di carburante dominante entro il 2040. Tuttavia, è urgente lo sviluppo di politiche che possano colmare il divario di competitività e accelerare la strada verso emissioni zero nel trsporto di merci via mare: “Il costo dei combustibili a emissioni zero ...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi