Eccessiva capacità nei porti cinesi?

PECHINO - Secondo alcune analisi, i porti cinesi potrebbero dover far fronte ad una pericolosa supercapacità nel prossimo futuro. Per questo motivo Wang Shouyang, dell'Accademia Cinese delle Scienze, ha avvertito sia i governi locali che quello centrale, affinchè sia posta molta attenzione sulle possibili conseguenze di questo fatto.
In un rapporto del Center for Forecasting Sciences dell'Accademia delle Scienze, Shouyang ha analizzato i principali venti porti per container del mondo rivelando che gli impatti negativi di un'eccessiva offerta sono attesi soprattutto negli scali cinesi di Hong Kong e Dalian.
Secondo il rapporto, inoltre, il tasso di crescita del traffico containerizzato è in declino e questo è da ricondurre almeno in parte alla "overcapacity", un fattore con cui l'industria portuale cinese, secondo Shouyang, dovrà fare i conti.
In un'intervista all'agenzia di stampa cinese Xinhua, il professore Kuan Haibo della D...

Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Archivio

Articoli correlati

Nessun risultato trovato.

Potrebbe interessarti

Archivio

Porto Trieste hub lungo Via della Seta

TRIESTE – L’importanza dello scalo portuale di Trieste nell’ambito degli scambi internazionali e la valenza del sistema logistico del Friuli Venezia Giulia, sono stati alcuni dei temi affrontati nell’incontro tra…
Cfo moby 15 12 17
Archivio

Francesco Greggio nuovo Cfo Gruppo Moby

MILANO – Francesco Greggio è il nuovo Chief financial officer del Gruppo Moby. Si tratta – informa la compagnia – di una promozione dall’interno dal momento che Greggio è in…
Archivio

In comune a Trieste ambasciatore della Turchia

TRIESTE – L’ambasciatore di Turchia Murat Salim Esenli, inquesti giorni è aTrieste in visita ufficiale. Accompagnato dal console generale della Repubblica di Turchia a Milano Hami Aksoy, dal primo segretario…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi