Energie rinnovabili: verso una diffusione più rapida?

comunità energetiche
BRUXELLES - Ridurre la durata massima della procedura autorizzativa per i nuovi impianti situati in “zone di accelerazione per le energie rinnovabili” dai dodici mesi proposti dalla Commissione a nove. È quanto si legge nel testo adottato mercoledì, che rappresenta il mandato del Parlamento per i negoziati con i governi dell'Unione europea, una legge che punta a velocizzare la procedura di concessione dei permessi per i nuovi impianti di energia rinnovabile come pannelli solari o mulini a vento o l'adeguamento di quelli esistenti. Le zone indicate dovrebbero essere delineate da ogni Paese Ue in base alla propria capacità di installare le energie rinnovabili più velocemente: se l'autorità competente non dovesse rispondere entro la scadenza prevista, il permesso sarebbe approvato secondo il principio del “silenzio positivo”. Al di fuori di tali zone, la procedura autorizzativ...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Economia

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar