Espo sostiene revisione direttiva su raccolta dei rifiuti portuali

ETS marittimo
BRUXELLES - L’European Sea Ports Organisation (Espo) accoglie con favore la nuova proposta di revisione della Port Reception Facilities (Prf) Directive, avanzata nei giorni scorsi dalla Commissione europea. L’associazione dei porti europei, infati, ritiene che qualsiasi disposizione in grado di attuare una migliore applicazione dell’obbligo per le navi di consegnare rifiuti a terra sia benvenuta. L’allineamento di elementi specifici della direttiva con la Convenzione internazionale per la prevenzione dell’inquinamento provocato dalle navi (Marpol) ha il sostegno di Espo. «Accogliamo con favore la proposta che mira ad aumentare l’efficienza, ridurre gli oneri amministrativi ed a far rispettare pienamente il principio ”chi inquina paga”. Ora dobbiamo valutare in dettaglio le disposizioni concrete che sono sul tavolo e vedere se le opzioni presentate dalla Commissione sono il modo migliore per garantire un regime efficiente ma responsabile per la gestione dei rifiuti dalle navi. I ...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

spezia
Porti

Il porto di La Spezia guarda all’Argentina

LA SPEZIA – Lo scorso lunedì 20 maggio si è tenuto l’incontro istituzionale, presso la sede della Spezia dell’AdSP del Mar Ligure Orientale, tra il Presidente Mario Sommariva e la…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar