Fai: Governo intervenga su costo dei carburanti

costo dei carburanti
ROMA - Un intervento del Governo, affinchè gli aumenti del costo dei carburanti non gravi esclusivamente sulle imprese dell’autotrasporto, è stato chiesto dalla Federazione degli Autotrasportatori Italiani (Fai) che fa capo a Conftrasporto-Confcommercio. “Il prezzo del carburante incide sui costi di esercizio per un terzo - spiega il segretario generale della Fai-Conftrasporto Andrea Manfron - Ogni aumento del 10% ha quindi un impatto di circa il 3% sui costi dell’impresa. Se il prezzo del gasolio nell’ultimo anno e mezzo è cresciuto del 30%, ecco che l’impresa ha subìto un aumento dei costi del 10%. Un incremento che difficilmente si riesce a condividere o a ribaltare sulla committenza, con il risultato che tutti gli aumenti stanno gravando quasi esclusivamente sul settore dell’autotrasporto”. “Un settore che, secondo le stime di Confcommercio, consuma circa 20 miliardi di litri di gasolio all’anno, e per il quale questi aumenti significano un maggior costo s...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Trasporto

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

del trasporto ferroviario fercargo
Trasporto

Fercargo rinnova la direzione

ROMA – L’assemblea di Fercargo, Associazione che riunisce le imprese ferroviarie, ha rinnovato gli organi direttivi: Mauro Pessano è stato designato presidente, con l’entrata in carica da Aprile, assumendo anche…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi