Connect with us

Logistica

Fvg: fondi per trasporto bramme via mare e treno

La Regione Friuli Venezia Giulia ha stanziato 400 mila euro per incentivare il ricorso alla ferrovia per il trasporto di bramme, ovvero semilavorati d’acciaio a sezione rettangolare

Pubblicato

il giorno

TRIESTE – La Regione Friuli Venezia Giulia ha stanziato 400 mila euro per incentivare il ricorso alla ferrovia per il trasporto di bramme, ovvero semilavorati d’acciaio a sezione rettangolare, tra il porto di Monfalcone e i laminatoi presenti nella zona industriale dell’Aussa-Corno nel Comune di San Giorgio di Nogaro. Attualmente il trasferimento avviane infatti su gomma, attraverso la viabilità locale con criticità significative per i territori interessati.
I fondi, rientranti tra i cosiddetti contributi de minimis, permetteranno di compensare i maggiori costi derivanti dal trasporto su rotaia e saranno suddivisi tra le aziende che ne hanno fatto domanda. Nello specifico vengono assegnati 200 mila euro alla società Inter-Rail per lo svolgimento di un servizio sperimentale di trasporto ferroviario di bramme da Monfalcone a Porto Nogaro, mentre gli ulteriori 200 mila euro sono destinati alle manifestazioni di interesse presentate da DB Cargo Italia, Captrain Italia e Mercitalia Rail, che verranno assegnati sulla base dell’approfondimento istruttorio che verranno conclusi entro Gennaio.
Sempre al fine di ridurre il traffico merci sulla viabilità locale la Regione ha deciso di sostenere con lo stanziamento di 1.222.800 euro (222.800 per l’esercizio 2017 e un milione per quello 2018) le proposte imprenditoriali volte al trasporto delle bramme via mare lungo la tratta tra il porto di Monfalcone e Porto Nogaro, sia mediante trasbordo su natanti adeguati all’attracco in tale ultimo porto sia in continuità, fino a porto Nogaro con il trasporto via mare effettuato dalla località originaria di carico di manufatti al porto di Monfalcone.
In merito, delle tre proposte presentate sono state ammesse quelle delle società Fratelli Cosulich (il contributo richiesto ammonta a 1.296.000 euro) e Friultrans (il contributo richiesto ammonta a 1.811.792,87). Le due società riceveranno quindi a titolo di acconto per la fase di avvio del servizio 111.400 euro ciascuna.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logistica

Servizio ferroviario tra Anversa e Metz raddoppia la frequenza

Se ci sarà domanda le partenze saranno tre a settimana

Pubblicato

il giorno

ANVERSA - Un anno dopo l’introduzione del servizio shuttle ferroviario tra Anversa e Metz, l’operatore logistico intermodale Multi-Modal Rail (Mmr) ha raddoppiato la frequenza di questo collegamento. Dalla metà di Gennaio, infatti, la compagnia franco-olandese fornisce un secondo ”container shuttle” settimanale. Questa maggiore frequenza offre agli operatori logistici la connessione ideale ai servizi di linea offerti dalle compagnie di navigazione che scalano il porto di Anversa, per le loro spedizioni sia in importazione che in esportazione, nella regione dell’Alsazia-Lorena. Il treno shuttle parte il lunedì ed il mercoledì dall’hub di Anversa e arriva il giorno successivo al terminal Multi Modal Shuttle di Metz. «Se ci sarà una domanda di mercato sufficiente, aumenteremo ulteriormente la frequenza, fino a tre volte alla settimana», ha dichiarato il general manager di ”Mmr”, Benjamin Hotter. Per questo servizio ferroviario, Multi-Modal Rail si avvale di Logistics Intermodal...
Continua a leggere

Logistica

Apprezzamento di Uiltrasporti per scelte di FS Italiane

Lo sviluppo del sistema ferroviario non potrà che far bene all’economia italiana

Pubblicato

il giorno

ROMA - «Apprezziamo l’acquisizione di Anas da parte del Gruppo Fs Italiane, perfezionata con il recente conferimento delle azioni possedute dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) per un valore di 2,86 miliardi». Questo il commento del segretario generale, Claudio Tarlazzi e del sgretario nazionale, Nicola Settimo, della Uiltrasporti. «Tale fusione - proseguono - è uno dei risultati diretti della grande svolta impressa al Paese dalla cura del ferro promossa dall’attuale ministro delle Infrastrutture e Trasporti, che dà forza e capacità reali allo sviluppo delle infrastrutture e dei servizi viaggiatori-merci dei trasporti terrestri del Paese e del sistema ferroviario in particolare, che non potrà che far bene all’economia italiana e che come Uiltrasporti rivendicavamo da anni». «Oltre a questa definitiva aggregazione – aggiungono i segretari Uiltrasporti - anche le ultime dichiarazioni dell’amministratore delegato di Fs Italiane, Mazzoncini, riportate dal Sole 24 Ore, sul...
Continua a leggere

Logistica

Galleria Brennero: focus su avanzamento lavori

Costituito un gruppo di lavoro per monitorare gli interventi

Pubblicato

il giorno

ROMA - Lo stato di avanzamento dei lavori per la nuova Galleria di base del Brennero al centro dell’incontro avvenuto a Roma fra Renato Mazzoncini, amministratore delegato e direttore generale di Fs Italiane, e Andreas Matthä, Ceo di ÖBB. Per il Gruppo Fs Italiane presenti anche Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi), Orazio Iacono, amministratore delegato di Trenitalia, e Marco Gosso amministratore delegato di Mercitalia Logistics. Con i vertici delle società operative di ÖBB, fra cui il gestore dell’infrastruttura ferroviaria austriaca, è stato costituito un gruppo di lavoro che avrà il compito di monitorare costantemente gli interventi in corso sulle linee di accesso alla Galleria di base del Brennero, sia lato Italia (Verona - Brennero) sia lato Germania/Austria (Monaco - Brennero), per garantire e monitorare la realizzazione delle opere di accesso necessarie alla piena funzionalità del tunnel. Il completamento dei lavori è previsto ne...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi