I treni nel porto di Trieste tornano (quasi) ai numeri pre-pandemia

TRIESTE - Durante l'ultimo incontro del Propeller Port of Trieste Antonio Gurrieri, amministratore delegato di Alpe Adria, ha annunciato gli ottimi risultati della movimentazione treni nel porto di Trieste. Conoscere i dati di traffico può fornire una chiave di lettura per capire ciò che sta accadendo nel settore ma anche aiutare a comprendere e valutare ulteriori aree sulle quali intervenire per agevolare ulteriore crescita economica ed occupazionale sul territorio. Con 9536 treni, il 2022, ha quasi raggiunto i livelli pre-pandemia quando, nel 2019, erano stati 9771. Questo apre nuovi scenari anche per il 2023: gli investimenti di Alpe Adria degli ultimi anni hanno portato risultati concreti portando i collegamenti intermodali in 9 Paesi europei: l'85% sono convogli intermodali, il resto convenzionale. Il porto di Trieste ha tra i suoi punti di forza e d’eccellenza l’esistenza e lo sviluppo di una rete intermodale multimodale (ma...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi