Ilva: miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili

ROMA – Al termine dei lavori del tavolo Ilva il ministro Di Maio ha rilasciato una dichiarazione delineando il futuro dell'azienda e del territorio. "Quando siamo arrivati al ministero dello Sviluppo economico, lo stabilimento Ilva era stato già venduto con un contratto sottoscritto nel 2017 e tenuto nascosto dal precedente Governo. Un contratto che prevedeva meno garanzie ambientali e non prevedeva l’accordo sindacale, mai visto un caso del genere. Un paradosso nel paradosso, perché dal 15 Settembre 2018 l’azienda acquirente, che si è sempre comportata correttamente, sarebbe comunque entrata in Ilva nonostante una gara viziata. Vi avevamo promesso che avremmo accertato la legalità e così abbiamo fatto, qualora si fossero verificati i presupposti legali avremmo annullato la gara, che si è rivelata illegittima per eccesso di potere come dimostrato prima dall’Anac e poi dall’Avvocatura dello stato. Ma ci siamo ritrovati a gestire una situazione che rappresentava il delitto perfe...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Economia

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

msc wartsila
Economia

Crisi Wartsila, trovata l’intesa con MSC

TRIESTE – Dopo due giorni di intense trattative, è stato raggiunto un accordo tra Wartsila e MSC che delinea il percorso per la reindustrializzazione del sito di Trieste, garantendo la…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar