Interporto di Nola, arriva l’ora della pugliese Gts

interporto nola
NOLA (NA) - Linterporto campano di Nola ha trovato l'erede di Isc. L'anno appena trascorso si era chiuso con un'amara sorpresa per quella che rappresenta a tutti gli effetti una delle principali piattaforme logistiche del Mezzogiorno: si era infatti dovuto incassare lo stop inatteso dei servizi di collegamento forniti dalla compagnia ferroviaria merci Interporto servizi cargo (Isc), fermata dai debiti e da una situazione finanziaria da allarme rosso. Al fine di conservare il proprio appeal sul mercato in termini di competitività e capacità attrattiva per le aziende, l'interporto di Nola (che peraltro possiede Isc al 100%) ha contattato subito altri operatori log...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Logistica

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

africa Non cresce la logistica
Logistica

Riprendere i rapporti con l’Africa

RAPALLO – Anche Mino Giachino, presidente di Saimare è convinto che il futuro debba guardare verso l’Africa. “Dobbiamo riprendere il tema del collegamento del trasporto europeo su rotaia che unisce…

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi