Connect with us

Porti

Livorno: AdSp e Rotary promuovono integrazione tra città e porto

Stamani è stata firmata una importante convenzione tra L’Autorità di Sistema portuale e il Rotary Club Livorno

Pubblicato

il giorno

LIVORNO – Una collaborazione strategica di tre anni per la realizzazione di attività, opere di carattere culturale e didattico finalizzate a favorire l’integrazione tra il porto e la città. E un impegno condiviso: fornire un contributo sostanziale al recupero dell’identità storica del porto di Livorno.

Quello firmato stamani, nella sala riunioni di Palazzo Rosciano, tra Autorità di Sistema portuale e il Rotary è qualcosa di più che non un semplice protocollo di intesa, ma una cooperazione concreta che comincerà a produrre i suoi effetti già dal giorno successivo dalla firma, tanto che il Rotary Club Livorno, costola locale del Rotary International, si impegnerà a finanziare interventi strutturali finalizzati alla valorizzazione del Museo delle Imbarcazioni Storiche, il polo museale marittimo ricavato all’interno dell’ex magazzino collettame delle ferrovie, situato nei pressi della stazione marittima, che oggi ospita al suo interno due natanti, il rimorchiatore ”Marzocco” e navicello ”Pilade” e che a breve accoglierà anche il mitico gozzo ”Teresa”, simbolo del palio marinaro appartenuto a Gino Falanga De Martino, pezzo di storia del mondo remiero, deceduto l’anno scorso.

La barca in procinto di essere donata all’Authority dalla famiglia De Martino troverà una idonea sistemazione presso il Museo delle Imbarcazioni Storiche a partire dal prossimo 19 Maggio, in occasione della celebrazione della Giornata Europea del Mare. E sarà sugli interventi di allestimento del Museo che il Rotary e l’AdSp si attiveranno fin da subito per rendere operativa una collaborazione che – d’altronde – concederà ai contraenti ampi spazi di manovra con riferimento a interventi che saranno di volta in volta definiti nell’ambito di un quadro generale di azioni mirate.

La Convenzione è stata firmata dal presidente dell’AdSp, Stefano Corsini, e da ben tre presidenti del Rotary, l’attuale numero uno dell’organizzazione, Giorgio Odello, e i futuri due presidenti: Fabio Matteucci (che subentrerà al predecessore da Luglio 2018) e Luciano Barsotti (2019-2020).

«È la prima volta che in modo strutturato si sviluppa una collaborazione tra un service club come il nostro e una realtà della economia cittadina importante e significativa come quella dell’Autorità di Sistema portuale – ha sottolineato Odello – crediamo in questo progetto e lavoreremo insieme per promuovere con impegno e continuità il Sociale, la Cultura ed i Giovani»

Di un passo importante ha parlato anche l’avvocato Barsotti: «Questo progetto triennale, nel quale crediamo con convinzione – ha detto – è il segno dell’evoluzione del Rotary nell’approccio alla promozione e valorizzazione dell’identità culturale del nostro territorio», mentre Matteucci nel suo intervento ha ringraziato l’Authority «per l’opportunità dataci. Siamo orgogliosi di aver intrapreso questa iniziativa, e siamo ancora più orgogliosi di poter contribuire a migliorare la visibilità di Livorno assieme alle istituzioni», ha dichiarato.
A margine dell’incontro con i giornalisti, i vertici dell’AdSp hanno comunicato che tra Gennaio e Giugno il Livorno Port Center lancerà una serie di appuntamenti tematici che spaziano dalla storia alla cultura portuale in genere, passando per temi come l’urbanistica, l’ambiente, la programmazione strategica. Più o meno un giovedì al mese, in orario pomeridiano: gli incontri sono dedicati all’approfondimento di tematiche attuali relative al mondo portuale nelle sue diverse dimensioni.

Porti

Nuove telecamere smart per La Spezia Container Terminal

Prodotte da Blaxtair compagnia specializzata in sistemi per la sicurezza sul lavoro

Pubblicato

il giorno

LA SPEZIA - Prosegue l’attività del Gruppo Contship Italia volta a potenziare i propri standard di sicurezza sul lavoro. L’ultima iniziativa, in ordine di tempo, è quella presentata da La Spezia Container Terminal con l’installazione delle prime due telecamere intelligenti Blaxtair, posizionate sul retro di uno dei forklift del terminal. Le telecamere - precisa una nota del terminalista - sono state prodotte da Blaxtair (compagnia specializzata nello sviluppo di sistemi di allerta di prossimità per la sicurezza dei luoghi di lavoro) e distribuite dal partner di lunga data CLS Spa. Il nuovo equipaggiamento è in grado di rilevare la presenza di persone e oggetti all’interno della zona retrostante il mezzo operativo, in sosta o in manovra. I sensori delle telecamere scandiscono ed analizzano continuamente l’area, utilizzando sofisticati algoritmi basati su modelli 3D e mantenendo il conducente all’erta attraverso un monitor di bordo ed un apposito allarme acustico, attivato in caso di...
Continua a leggere

Porti

Nuovo servizio EMS di Arkas Line

Prima partenza da Genova il 15 Febbraio

Pubblicato

il giorno

GENOVA - Arkas Italia, agente italiano della Arkas Line, annuncia l’introduzione da parte della compagnia di navigazione turca, del nuovo servizio ”Ems” che collegherà alcuni porti del Mediterrano con una cadenza settimanale. Sulla nuova linea la compagnia ha deciso di impiegare quattro navi, ciascuna della capacità di 1850 teu. Queste navi effettueranno la seguente rotazione: Genova, Alessandria, Haifa, Genova, Fos, Barcelona, Valencia, Algeciras, Tangier e Casablanca. Nel porto di Genova la nuova linea sarà inaugurata dalla ”Nexoe Maersk” (voy 01/18) prevista arrivare sotto la Lanterna il 14 Febbraio alle ore 13 per effettuare la prima partenza il giorno successivo alle ore 01.00. A questa nave seguirà la ”Teoman A” (voy 02/18), attesa giovedì 21 Febbraio. Le principali caratteristiche del nuovo servizio per il mercato italiano, possono essere riassunte nei seguenti tre punti: - nuovo servizio diretto settimanale per Alessandria Old Port con un transit time di quattro giorn...
Continua a leggere

Porti

Fit Cisl: cambiare modus operandi per Gioia Tauro

Si accentua una continua contrazione dei traffici

Pubblicato

il giorno

GIOIA TAURO - «Serve una straordinaria sfida per il cambiamento del modus operandi che sta pregiudicando il futuro. Mentre in Italia si registrano inversioni di tendenza nel campo del trasporto merci e dei porti, soprattutto di quelli dotati di logistica, nell’area portuale di Gioia Tauro, permangono ataviche condizioni di precarietà produttiva che da oltre sette anni affliggono, la situazione lavorativa, economica e sociale più in generale», afferma in una nota Annibale Fiorenza, segretario generale della Fit Cisl Calabria. «Notevoli - prosegue - sono i ritardi nell’attuazione degli interventi condivisi da tutte le parti in causa e programmati con l’Apq del Luglio 2016, il Patto per la Calabria e la legge per il Sud oltre alle azioni messe in campo dal Governo regionale. A ciò si aggiunge l’accentuarsi di una continua contrazione dei traffici di cui sono chiare le responsabilità degli azionisti della società Mct e della Msc, entrambi soci al 50% della società terminalis...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati