Livorno: riconvocato Patto per il Lavoro

Patto
LIVORNO - Su iniziativa del presidente dell’Autorità di Sistema Portuale, Stefano Corsini, le rappresentanze imprenditoriali (Confindustria, Assimprese) e sindacali (Filt-Cgil, Uil Trasporti e Fit-Cisl) sono tornate dopo molto tempo a confrontarsi nell’ambito del Patto per il Lavoro, sottoscritto nell’ottobre del 2012 per gestire l’allora crisi economica e occupazionale del porto di Livorno. Al primo piano di Palazzo Rosciano sono state approfondite le possibili ricadute sul lavoro portuale determinate dalle recenti modifiche e integrazioni legislative alla riforma del sistema portuale italiano. Tra queste, la possibilità concessa alle Authority di utilizzare fino al 15% dei proventi delle tasse di imbarco e sbarco per finanziare piani operativi di intervento «finalizzati alla formazione professionale per la riqualificazione o la riconversione e la ricollocazione» dei lavoratori portuali. Gli attori del Patto per il Lavoro torneranno a riunirsi a cadenza periodica per sviluppa...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar