Rigassificatore Piombino: entro fine settembre l’autorizzazione?

piombino
PIOMBINO - Cosa cambierà riguardo al progetto di ormeggio della nave rigassificatore nel porto di Piombino, tanto osteggiato dalla comunità e dalle istituzioni locali quanto fortemente voluto dal Governo Draghi al fine di incrementare l'indipendenza energetica nazionale dalle forniture provenienti dalla Russia, ora che lo stesso esecutivo dovrà essere impegnato solo nella gestione degli affari correnti in attesa delle nuove elezioni fissate in data 25 settembre? Sicuramente, sarà inevitabile un nuovo confronto con il quadro politico che uscirà dalle urne per il presidente della Toscana Eugenio Giani, nel ruolo parallelo di commissario straordinario. Imprescindibile una verifica con chiunque sarà il successore, sulla volontà di perseguire la politica energetica messa in campo sino ad oggi dal ministro Roberto Cingolani.  Nel frattempo, lo scorso 20 luglio lo stesso numero uno della regione ha dato il via alla tempistica...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi