Porti italiani: c’è fiducia nel 2022

impatto del Covid-19 porti italiani
ROMA - Nonostante il protrarsi della pandemia, i porti italiani confermano una stabile ripresa nei mesi del 2021 che vanno da Gennaio a Settembre. I dati, elaborati da Assoporti, comparando i numeri col 2020, quando c'era stato un calo del 10% rispetto ai 490 milioni di tonnellate del 2019, evidenziano che già nel primo trimestre 2021 l'import export via mare aveva registrato un incremento del 3% sul 2019. La crescita interessa tutti i settori di traffico, con un recupero sul 2019 nella movimentazione di merci e passeggeri. A eccezione di una lieve riduzione delle percentuali nella movimentazione di rinfuse liquide, la crescita risulta significativa nel settore delle merci varie e nei movimenti di contenitori. Un discorso a parte merita il settore delle crociere, che, di fatto azzerato, risulta ancora essere il sett...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Porti

La crescita continua del porto di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Pino Musolino, presidente dell’AdSp del Mar Tirreno Centro Settentrionale, ha fatto gli onori di casa nel contesto dell’evento organizzato da Automar dedicato alla professione di autista di bisarca.…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi