Porto di Ancona, posto di controllo frontaliero sull’import extra Ue di prodotti di origine non animale

ancona
ANCONA – Un nuovo servizio per i traffici marittimi nello scalo dorico. Il Ministero della Salute ha esteso al Posto di controllo frontaliero Ancona porto l’autorizzazione ad operare come Centro d’ispezione Pnao per i controlli ufficiali all’importazione sui prodotti di origine non animale da conservare a temperatura controllata, destinati al consumo umano. Nel Centro, già operativo, vengono ora controllati gli alimenti, come frutta e verdura, che arrivano via mare da Paesi extra Ue. I locali dove è attivo il nuovo servizio del Centro d’ispezione Pnao, attrezzati per i controlli e con celle frigorifere per la conservazione degli alimenti, sono stati messi a disposizione dall’Autorità di sistema portuale nell’area della nuova Darsena. Il porto di Ancona era già inserito nell’elenco nazionale dei Posti di controllo frontalieri autorizzati all...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar