Ristori a città portuali per crisi crociere

Concorso di idee
ROMA - Dieci milioni di euro alle città portuali che hanno subìto perdite economiche in seguito al calo del turismo crocieristico. Le risorse sono destinate a ristori per le mancate entrate (ad esempio, minore gettito da contributi di sbarco, tassa di soggiorno, diritti di security) registrate tra il 31 Gennaio e il 31 Dicembre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019.​ E' quanto prevede il  terzo decreto emanato oggi dal ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze e con il Ministro del Turismo. Ma oltre agli aiuti per le città portuali, gli altri due decreti firmati dal ministro Enrico Giovannini, riguardano, il primo buoni viaggio per gli spostamenti in taxi o Ncc per le persone con disabilità o per quelle che hanno subito danni economici a causa della pandemia da Covid-19. Il secondo, contributi per sostenere le imprese di trasporto passeggeri su gomma che hanno investito per rinnovare il parco veicoli...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Politica

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

salvini lingua italiana letta iri ordinanza anno bellissimo pnrr europa
Politica

Turpiloquio istituzionale? Non è la prima volta

LIVORNO – Da qualche giorno, ormai, i programmi di così detto approfondimento di quasi tutte le reti televisive più frequentate dedicano spazi amplissimi al non proprio edificante scambio di “complimenti”…
sicilia
Politica

La Sicilia firma l’Accordo col Governo

PALERMO – Sono 6,8 i miliardi di euro che la Regione Sicilia potrà utilizzare per portare avanti lo sviluppo infrastrutturale, economico e sociale del territorio nei prossimi anni. Risorse che…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar