Connect with us

Economia

Rossi su Ilva: “Jindal conferma impegni su Piombino”

“Presenterà i progetti entro i primi mesi del nuovo anno”

Giulia Sarti

Pubblicato

il giorno

peretola corridoio tirrenico jindal
FIRENZE – Dopo le notizie sul mancato rispetto degli impegni sottoscritti da ArcelorMittal, per l’acquisizione dall’ex Ilva di Taranto, che desta preoccupazione non solo per i posti di lavoro che si perderebbero, ma per diversi settori dell'economia, anche il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi si esprime sulla vicenda. Rossi si dice preoccupato da eventuali ripercussioni negative su Piombino “dalla notizia di un possibile intervento di Jindal sulle acciaierie di Taranto, di cui parla oggi un giornale nazionale”. Per tale motivo si è interessato per fare una verifica. “Al momento -spiega il presidente- non risulta esservi né un avvio di discussione né una volontà in tal senso da parte del gruppo Jindal, che invece conferma l'intenzione di intervenire su PiombinoAbbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Ue su sospensione Appellate Body Wto

“Duro colpo inferto al sistema commerciale internazionale”

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

Appellate Body
BRUXELLES - Il commissario europeo per il Commercio, Phil Hogan (nella foto), ha rilasciato una dichiarazione in merito alla sospensione dell’Appellate Body della World Trade Organization (Wto). L’organo d’appello dell’Organizzazione mondiale del commercio, costituito da sette persone, prende in considerazione gli appelli delle commissioni nelle controversie sollevate dai Paesi membri del Wto. Lunedì, il direttore generale Wto, Roberto Azevêdo ha avviato le consultazioni per risolvere l’impasse sulla nomina dei membri dell’organo di appello, dopo che i membri Wto non sono stati in grado di raggiungere un consenso relativo al funzionamento dell’Appellate Body. ”Oggi - si legge nella dichiarazione di Hogan - l’organo d’appello cesserà in pratica di funzionare poiché non sarà più in grado di trattare nuovi appelli. Si tratta di un duro colpo inferto al sistema commerciale internazionale fondato su regole, che...
Continua a leggere

Economia

Porto di Trieste guarda al Lussemburgo

Grosse opportunità offerte dal sistema portuale regionale

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

Lussemburgo
TRIESTE - Il porto di Trieste guarda al Lussemburgo. Grazie al suo ruolo di crocevia tra le due principali direttrici europee, insieme all'intero sistema portuale del Friuli Venezia Giulia punta ad incrementare relazioni economiche con il Granducato. "Un'occasione importate che, concretizzando gli incontri dello scorso Giugno, punta a incrementare le relazioni economiche tra il Friuli Venezia Giulia e il Granducato del Lussemburgo, partendo dalle opportunità offerte dal sistema portuale regionale e dalla fase di rilancio complessiva di una Trieste che, il prossimo anno, sarà capitale europea della scienza ospitando Esof 2020". Lo ha detto a Trieste l'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, in occasione del Business Forum Friuli Venezia Giulia-Lussemburgo che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del presidente della Camera di co...
Continua a leggere

Economia

Investire in Toscana è un buon affare?

Le società straniere presenti sono 714 e generano oltre 25 miliardi di fatturato l’anno

Avatar

Pubblicato

il giorno

Investire in Toscana
FIRENZE - Investire in Toscana è un buon affare? Sembrerebbe di sì. A dieci anni dalla nascita di "Invest in Tuscany", questa mattina a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, seminario sul ruolo dalle multinazionali nella regione. La struttura, che fa capo direttamente alla presidenza della Regione e considerata da diversi osservatori e dalle stesse imprese come un esempio di buona pratica nello scenario nazionale, ha dato i suoi frutti come spiega ai nostri microfoni Paolo Tedeschi, rappresentante delle regioni-Comitato attrazione investimenti. “La Toscana è terra di piccole e medie imprese -spiega- e in questo scenario le multinazionali rappresentano uno strumento di attivazione di filiere”. Oggi le società straniere presenti nella regione, che fanno capo a 509 diverse multinazionali a controllo estero, sono 714 e generano oltre 25 miliardi di fatturato l'anno impi...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi