Sciopero a oltranza dei ”carbuné” genovesi

sciopero
GENOVA - Iniziato lo sciopero a oltranza dei lavoratori della ”Pietro Chiesa” storica compagnia portuale genovese. I ”carbunè” hanno presidiato il varco Albertazzi. La protesta ha causato la congestione del traffico cittadino con ripercussioni anche sulla rete autostradale con code alle uscite cittadine. Non c’è ancora la soluzione per i 25 dipendenti della storica compagnia che con la liquidazione resteranno senza lavoro. L’incontro svoltosi ieria Palazzo San Giorgio ha confermato la possibile assunzione da parte dei terminalisti di qualche lavoratore in più rispetto alla scorsa settimana ma non per tutti. ”Se non si troverà un’occupazione per tutti siamo pronti ad arrivare ad azioni più forti, fino allo sciopero generale del porto di Genova”, annuncia Roberto Gulli, segretario della Uiltrasporti genovese e della Liguria, d’accordo con Filt-Cgil e Fit-Cisl. L’unica certezza per ora è l’offerta di assunzione da parte del gruppo Spinelli, ma sarebbe soltanto per 8-10 persone. ”...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

estate
Porti

Estate a Piombino con presidio sanitario in porto

PIOMBINO – Rinnovata anche per quest’anno in previsione dell’estate la convenzione tra l’Autorità di Sistema portuale del mar Tirreno settentrionale e tutte le Associazioni del soccorso del Comune di Piombino…
Porti

Protocollo d’Intesa tra Alis e Assiterminal

ROMA – E’ stato siglato un importante protocollo di intesa tra Alis, Associazione logistica dell’intermodalità sostenibile, e Assiterminal, Associazione italiana terminalisti portuali, avente ad oggetto lo sviluppo congiunto di temi…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar