Connect with us

Politica

Spese militari dell’Italia: 25 miliardi!

Nessun taglio dei Governi nello stendere finanziarie tanto dolorose

Avatar

Pubblicato

il giorno

iri ordinanza
LIVORNO - Non sappiamo dire se il nostro Paese si trovi all'undicesimo posto quanto a reddito pro capite, ma le statistiche indicano che occupa tale posizione riguardo alle spese militari e, secondo alcune fonti, saremmo addirittura all'ottavo posto. Una situazione passata sostanzialmente sotto silenzio, fa però riflettere il fatto che, nello stendere finanziarie tanto dolorose, i governi di questi ultimi anni mai abbiano posto minimamente in discussione una voce così cospicua per la nostra spesa pubblica e per il nostro bilancio nazionale. Tanto per rendere plasticamente l'idea, occorre sapere che, nel 2018, le spese militari sostenute dall'Italia sono ammontate a ben 25 (venticinque) miliardi, pari a circa l'1,3%del nostro Pil. Tutto questo potrebbe apparire normale nel susseguirsi dei governi di centro destra -fra i quali va annoverato anche quello presieduto da Renzi, soppressore dell'articolo 18- ma, a...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Sull’ordinanza della regione Sardegna…

Sospesa perchè “limita di fatto la circolazione delle persone”

Avatar

Pubblicato

il giorno

iri ordinanza
LIVORNO - L'ordinanza del presidente della regione Sardegna, Christian Solinas, che prescriveva l’esibizione dell’esito negativo di un test sierologico o molecolare o antigenico rapido risalente a non più di 48 ore prima per chiunque intendesse recarsi sull’isola è stata sospesa il 17 Settembre scorso, inaudita altera parte, dalla prima sezione del Tar per la Sardegna. L’ordinanza della regione sarda, secondo il giudice amministrativo, conterrebbe “disposizioni che limitano di fatto la circolazione delle persone” violando così il dettato costituzionale che, all’articolo 16, garantisce ai cittadini la libertà di movimento. La restrizione imposta dalla Sardegna era, naturalmente, motivata dal superiore interesse di contrastare e prevenire la diffusione epidemiologica da COVID-19 nel ter...
Continua a leggere

Politica

Nuovo codice della strada: per Conftrasporto è un no!

Uggè: “Ipotesi demenziali e pericolosissime per la sicurezza”

Avatar

Pubblicato

il giorno

nuovo codice della strada
ROMA - È duro il vicepresidente di Conftrasporto Paolo Uggè sulle proposte del Governo per il nuovo codice della strada, particolarmente per quello che riguarda i netturbini, che potranno elevare contravvenzioni, e i ciclisti, a cui si dà diritto di percorrere le strade in senso contrario. Le definisce “ipotesi demenziali e pericolosissime per la sicurezza e -continua- solo chi non conosce cosa significhi il traffico cittadino, soprattutto di una grande città, può pensare di consentire alle biciclette di circolare contromano senza preoccuparsi, tra l’altro, della prevedibile conseguenza che chi sfreccia in monopattino si possa arrogare lo stesso diritto”. “Solo chi non conosce il funzionamento e la delicatezza delle normative che regolamentano il sistema delle sanzioni può sostenere che un ausiliario del traffico, un operatore ecologico, un tramviere, perfino un dipendente comunale, a quanto pare, si...
Continua a leggere

Politica

Sassoli preoccupato da stallo negoziati Brexit

Dopo l’incontro con il capo negoziatore dell’Ue Michel Barnier

Avatar

Pubblicato

il giorno

Sassoli preoccupato
BRUXELLES - Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, è profondamente preoccupato per la mancanza di progressi nei negoziati sulla Brexit, dopo l'incontro con il capo negoziatore dell'Ue Michel Barnier. “Tra 114 giorni, il diritto comunitario non sarà più applicabile nel Regno Unito. Il tempo - ha dichiarato Sassoli - non è dalla nostra parte e francamente sono profondamente preoccupato, considerando la mancanza di progressi nei negoziati in questa fase avanzata. L'Ue rispetta la sovranità del Regno Unito e ci aspettiamo che il Regno Unito rispetti i nostri principi fondamentali su cui siamo stati trasparenti e chiari fin dall'inizio. Pur non volendo un accordo ad ogni costo, esortiamo il Regno Unito a lavorare con noi in maniera costruttiva e a trovare dei compromessi che siano nell'interesse di entrambe le parti". "Per quanto riguarda l'attuazione dell'accordo di recesso, la fiducia e la credibilità sono fondamentali. Ci aspettiam...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi