Sversamento in mare di sostanze dannose

sversamento mare Sustainable regioni
VIAREGGIO - Le simulazioni in mare non riguardano solo quelle antipirateria. È infatti di tutt'altro genere la maxi-esercitazione antinquinamento durante la quale è stato simulato lo sversamento in mare al largo della costa versiliese di sostanze nocive. L'operazione, organizzata dal Ministero dell'Ambiente, rientra nell'accordo internazionale RAMOGEPol, che unisce Italia, Francia e Principato di Monaco in azioni comuni per limitare l’inquinamento marino: l’intesa prende il nome dalle iniziali delle tre città di Saint-Raphael, Monaco e Genova, che delimitavano un campo d’azione che nel tempo si è consistentemente allargato, fino ad arrivare, ormai da oltre 30 anni, dalla foce del Rodano a ovest, a sud della Sardegna, fino a Capo d’Anzio a est. Obiettivo: preservare il patrimonio naturale mediterraneo e con esso il Santuario dei Cetacei. Le operazioni sono iniziate con la segnalazione da pa...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Porto Torres
Porti

Porto Torres: nuovo check point di security

PORTO TORRES – Entra ufficialmente in funzione a pieno regime, nello scalo di Porto Torres, il primo dei nuovi check point di security previsti, per alcuni dei porti di competenza,…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar