Tav: “Il progetto presenta una redditività fortemente negativa”

costi-benefici
ROMA – Da pochi minuti la relazione finale dell'analisi costi-benefici sul nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione è visibile pubblicamente. Consegnata in prima battuta ai francesi e da ieri ai due vicepremier, il documento finale firmato dal gruppo di lavoro composto da Marco Ponti, Paolo Beria, Alfredo Drufuca, Riccardo Parolin e Francesco Ramella ribadisce il parere negativo. “L’analisi condotta mostra come, assumendo come dati di input relativamente alla crescita dei flussi di merce e dei passeggeri e agli effetti di cambio modale quelli non verosimili contenuti nell’analisi costi-benefici redatta nell’anno 2011, il progetto presenta una redditività fortemente negativa”. Così si legge nelle conclusioni. Sarebbero dunque più i costi dei benefici che si trarrebbero dall'opera. ...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Logistica

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar