Connect with us

Autotrasporto

Trasportounito sul “decreto Genova”: sostegno all’autotrasporto

Nel documento inviato al Governo, tre richieste per aiuti concreti

Pubblicato

il giorno

trasportounito
GENOVA - Trasportounito segnala che nei venti giorni che hanno seguito il crollo del ponte Morandi, un periodo caratterizzato da un ridotto volume di traffico merci e di traffico cittadino, gli autotrasportatori hanno subito una diminuzione del 15% nella capacità produttiva e nel fatturato, con una crescita media di un’ora e mezza nei tempi di attesa da e per il porto di Genova e una riduzione del 15% nelle macchine impegnate. La previsione per le prossime settimane è ancora peggiore: con un traffico medio di 4000 mezzi sul nodo di Genova, la riduzione del fatturato sfonderà il 30%, con tempi medi in coda superiori alle tre ore e una riduzione di disponibilità di mezzi per effetto delle ore necessarie a svolgere ogni singolo servizio, che supererà il 35%. Di fronte a questo scenario, Trasportounito ha scelto di rompere gli indugi e di inviare al Governo una motivata proposta affinché diventi parte integrante del decreto che Abbonati o effettua il login

Autotrasporto

Unatras: incontro urgente con Toninelli

Inviata lettera per evidenziare le problematiche del settore da risolvere

Pubblicato

il giorno

Tirolo unatras
ROMA - Unatras (Unione nazionale delle associazioni dell’autotrasporto merci), unitamente alla Fai e  alle altre associazioni dell’autotrasporto del coordinamento, ha chiesto la convocazione di un incontro urgente al ministro dei Trasporti Toninelli e al vice ministro Rixi, considerato che le emergenze individuate nel settore, già rappresentate a Rixi in occasione dell’incontro del 2 Ottobre, ad oggi sono ancora in attesa di soluzioni concrete. "Unatras, nello specifico -si legge nella lettera firmata dal presidente Amedeo Genedani- pur apprezzando la disponibilità del Governo alla ripresa del tavolo di confronto, ha posto precise richieste sulle quali il viceministro Rixi si è impegnato a fornire risposte, in particolare sulle tematiche più urgenti, quale l’eliminazione del previsto taglio del 15% al rimborso accise sul gasolio; l’affidamento anche alle officine private delle revisioni dei mezzi pesanti, così da garantire la sicurezza e smaltire l’inefficienza delle Motorizzazio...
Continua a leggere

Autotrasporto

Emissioni CO2: il Parlamento europeo approva riduzioni

Per la prima volta regolamentate disposizioni per i veicoli pesanti

Pubblicato

il giorno

emissioni
BRUXELLES – I deputati europarlamentari hanno approvato ieri, per la prima volta, degli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 prodotte da autocarri e autobus per contribuire al taglio delle emissioni di gas serra entro il 2030. I voti a favore sono stati 373 voti, 285 quelli contrari e 16 astensioni. Per i nuovi camion, l'obiettivo adottato è stato più alto rispetto a quello della Commissione europea, 35% anzichè 30% fissando anche l'obiettivo intermedio al 2025 al 20%. Questo significa che i costruttori dovranno garantire che i veicoli a zero e basse emissioni (che ne emettono almeno il 50% in meno) rappresentino una quota di mercato di almeno il 5% entro il 2025 e del 20% delle vendite entro il 2030. Il Parlamento ha chiesto in aggiunta che la Commissione europea predisponga misure per test in condizioni reali di guida per le emission...
Continua a leggere

Autotrasporto

Tarlazzi: Governo non torni indietro su grandi opere

Appello del segretario generale Uiltrasporti

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

ROMA - “E’ corretto fare analisi costi/benefici sulle grandi opere infrastrutturali, ma sarebbe anche fondamentale dare continuità a quanto già programmato, senza ricominciare daccapo ogni volta che cambia un Governo”. Ad affermarlo il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, che prosegue: “Fermare o cambiare programmi già avviati, equivale a perdere credibilità, incidendo negativamente sulla programmazione degli investimenti delle imprese e quindi sulla capacità di crescita complessiva del Paese. “In Italia - prosegue il segretario generale - abbiamo bisogno urgente di recuperare il gap con il resto dell’Europa. Opere come il Terzo Valico o la Torino-Lione rispondono ad analisi macroeconomiche di sistema, che vanno al di là dei costi/benefici di una singola opera, rispondendo a logiche di interesse economico, sociale e di prospettiva di tutto il Paese”. “C’è bisogno di integrazione con il resto d’Europa e con i paesi del Nord Africa, mediante connessioni mate...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi