Trieste lavora per confermare i risultati record del 2017

Trieste
TRIESTE - «Niente festeggiamenti, per confermare il lavoro fatto finora, il 2018 ha ancora bisogno della sinergia già in essere tra le istituzioni e con gli operatori portuali». Con questo chiaro messaggio il presidente del Propeller Club Port of Trieste, Fabrizio Zerbini, ha chiuso la serata che ha visto i maggiori terminalisti dello scalo del Friuli Venezia Giulia presentare i risultati del 2017 ma soprattutto i progetti di crescita per il 2018. Non a caso, al termine delle relazioni, due interventi significativi sono stati riservati alla presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani ed al Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza. «E’ stato un anno meraviglioso – ha detto il sindaco – anche grazie alle importanti realtà che abbiamo sul territorio». «Bisogna continuare a rafforzare il rapporto con le Dogane per chiarire come sfruttare al meglio le caratteristiche del Porto Franco, aumentare le relazioni internazionali – ha concluso Serracchiani – e ribadire che T...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

donne
Porti

Donne nei porti: Italia ancora indietro

ROMA – L’ultima donna presidente di un’Autorità di Sistema portuale italiana è stata Carla Roncallo alla guida di La Spezia e Marina di Carrara prima di passare ad Art nel…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar