Un deposito Gnl per il porto di Ravenna

traffici Rinnovate cariche Asamar
MILANO – Partiranno a Gennaio 2019 i lavori per la costruzione del deposito Gnl nel porto di Ravenna. A realizzarlo sarà la newco Depositi italiani Gnl costituita al 51% da Pir e per il 49% da Edison e guidata dall'amministratore delegato Alessandro Gentile, per un costo di circa 100 milioni di euro. I tempi per l'entrata in funzione del deposito sono fissati al 2021, con una capacità di stoccaggio di 20 mila metri cubi di Gnl, l'85% del quale sarà utilizzato dalla Edison a cui spetterà la costruzione, la parte rimanente sarà invece venduto a terzi dalla nuova compagnia. Pir, proprietario dell'area di porto Corsini e concessionario della banchina, garantirà il diritto di superficie per l’uso dell’area, e offrirà i servizi legati all’utilizzo della banchina e al ricevimento delle autobotti. In tale prospettiva Edison ha stipulato un contratto di lungo termine di 12 anni (rinnovabile di altri 8) con l’armatore norvegese Knutsen Oas shippin...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Porti

La crescita continua del porto di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Pino Musolino, presidente dell’AdSp del Mar Tirreno Centro Settentrionale, ha fatto gli onori di casa nel contesto dell’evento organizzato da Automar dedicato alla professione di autista di bisarca.…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi