Connect with us

Logistica

Firmato nuovo contratto di servizio tra Regione Veneto e Trenitalia

L’accordo sottoscritto vale 4,4 miliardi di euro e avrà una durata di 15 anni

Pubblicato

il giorno

VENEZIA – Vale circa 4,4 miliardi di euro il nuovo contratto di servizio firmato oggi tra Regione Veneto e Trenitalia. L’accordo, sottoscritto dal presidente Luca Zaia, l’assessore regionale ai Lavori pubblici, infrastrutture e trasporti Elisa De Berti, con l’amministratore delegato di Trenitalia, Orazio Iacono, avrà una durata di 15 anni complessivi, e prevede un miliardo di investimenti per rinnovare la flotta e per realizzare lavori sulle infrastrutture.
«Quella di oggi è una giornata storica: il Veneto è la prima Regione d’Italia a firmare il nuovo contratto di servizio con Trenitalia, un accordo del valore di 4,4 miliardi complessivi, dei quali uno di soli investimenti che consentiranno il totale rinnovo della flotta dei treni circolanti nel nostro territorio», ha detto il Governatore del Veneto a Palazzo Balbi.

L’intesa è stata sottoscritta alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio e dell’ad del Gruppo Fs Italiane, Renato Mazzoncini.
«Nel rispetto dei regolamenti comunitari – ha spiegato il governatore – abbiamo proceduto a un affidamento diretto per 10 anni più 5 a Trenitalia, ottenendo, grazie a una seria e ponderata negoziazione con la stessa società, l’acquisizione dei servizi previsti alle migliori condizioni di mercato. Dico che stiamo vivendo una fase storica perché, dopo essere riusciti a migliorare gradualmente negli anni scorsi il servizio su ferro nella nostra regione, chiedendo a Trenitalia di fare un salto di qualità, ora abbiamo davanti a noi una programmazione concreta che porterà il Veneto a disporre di un sistema ferroviario tra i più efficienti e moderni d’Europa. Essendo Regione che ha firmato per prima, saremo anche i primi a ricevere i nuovi convogli, 78 in totale previsti dal contratto di servizio, 47 Rock e 31 Pop, treni confortevoli, più veloci, capaci di trasportare numerosi passeggeri, attrezzati per accogliere anche le biciclette, dotati di sistema di videosorveglianza e Wi-Fi».
«È un contratto – ha confermato l’assessore De Berti – che si inserisce nell’accordo quadro che abbiamo con Rete Ferroviaria Italiana per migliorare nel suo complesso l’offerta del servizio, in termini anche infrastrutturali, al fine di renderlo sempre più competitivo rispetto all’uso del proprio mezzo: questa è la grande sfida alla quale siamo attesi tutti noi, in primis le amministrazioni e società pubbliche».

Il ministro Delrio si è complimentato con la Regione Veneto per aver dimostrato, anche in questa occasione, capacità programmatoria ed efficacia nella propria azione amministrativa: «Ci accomuna – ha detto rivolgendosi a Zaia – l’impegno nel cercare di capire le difficoltà della gente comune, ma soprattutto la passione per far vivere meglio le persone nella loro esistenza quotidiana, di cui i trasporti e la mobilità sono una componente importante».
L’esponente di Governo ha poi ricordato gli otto miliardi di finanziamento, quattro a Trenitalia e quatro RFI, stanziati dal ministero e ha evidenziato che gli investimenti attivano un’importante filiera industriale e assicurano un aumento di lavoro e occupazione.

L’amministratore delegato di Trenitalia ha spiegato che con questo accordo è previsto lo sviluppo di servizi anche nelle aree in cui il treno è meno utilizzato, «puntiamo ad aumentare i passeggeri – ha detto – e a convincere un numero sempre maggiore di pendolari a lasciare la propria auto e a utilizzare il servizio pubblico». «Con questi investimenti l’obiettivo è passare dagli attuali 150mila passeggeri a ben oltre 200mila, effettuando dalle 700 alle 800 corse al giorno», ha dichiarato Orazio Iacono a margine della firma del contratto.

I piani di investimento pluriennali e la capacità di programmazione derivanti dai contratti di servizio tra Ferrovie e Regioni, ha sottolineato Graziano Delrio, hanno un effetto ”volano”, permettono di «attivare una filiera industriale. Ordinare treni per quattro anni, vuol dire creare più lavoro, perché questi treni si fanno in stabilimenti italiani». «Ho sempre dato come primo impulso a Fs, che ora ha incorporato Anas e potrà moltiplicare gli investimenti, che ci fosse come priorità il trasporto dei pendolari» ha aggiunto Delrio.
«La sfida dell’alta velocità l’abbiamo vinta anche al sud, dove stanno partendo i cantieri, ora serve attenzione ai trasporti del quotidiano. C’è una politica integrata che dice che non si può pensare di spostare persone dalla macchina al treno se non si fanno investimenti» ha concluso il ministro.

Il contratto di servizio tra Regione e Trenitalia è stato sottoscritto in coerenza con la Normativa Europea 1370, vista la presenza di forti investimenti. La progressiva entrata in esercizio di nuovi treni contribuirà alla riduzione dell’età media della flotta regionale. Già nel 2021 sarà ridotta da 16,3 a 6,2 anni. Nel 2026 l’intera flotta veneta sarà stata completamente rinnovata.

Logistica

Servizio ferroviario tra Anversa e Metz raddoppia la frequenza

Se ci sarà domanda le partenze saranno tre a settimana

Pubblicato

il giorno

ANVERSA - Un anno dopo l’introduzione del servizio shuttle ferroviario tra Anversa e Metz, l’operatore logistico intermodale Multi-Modal Rail (Mmr) ha raddoppiato la frequenza di questo collegamento. Dalla metà di Gennaio, infatti, la compagnia franco-olandese fornisce un secondo ”container shuttle” settimanale. Questa maggiore frequenza offre agli operatori logistici la connessione ideale ai servizi di linea offerti dalle compagnie di navigazione che scalano il porto di Anversa, per le loro spedizioni sia in importazione che in esportazione, nella regione dell’Alsazia-Lorena. Il treno shuttle parte il lunedì ed il mercoledì dall’hub di Anversa e arriva il giorno successivo al terminal Multi Modal Shuttle di Metz. «Se ci sarà una domanda di mercato sufficiente, aumenteremo ulteriormente la frequenza, fino a tre volte alla settimana», ha dichiarato il general manager di ”Mmr”, Benjamin Hotter. Per questo servizio ferroviario, Multi-Modal Rail si avvale di Logistics Intermodal...
Continua a leggere

Logistica

Apprezzamento di Uiltrasporti per scelte di FS Italiane

Lo sviluppo del sistema ferroviario non potrà che far bene all’economia italiana

Pubblicato

il giorno

ROMA - «Apprezziamo l’acquisizione di Anas da parte del Gruppo Fs Italiane, perfezionata con il recente conferimento delle azioni possedute dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) per un valore di 2,86 miliardi». Questo il commento del segretario generale, Claudio Tarlazzi e del sgretario nazionale, Nicola Settimo, della Uiltrasporti. «Tale fusione - proseguono - è uno dei risultati diretti della grande svolta impressa al Paese dalla cura del ferro promossa dall’attuale ministro delle Infrastrutture e Trasporti, che dà forza e capacità reali allo sviluppo delle infrastrutture e dei servizi viaggiatori-merci dei trasporti terrestri del Paese e del sistema ferroviario in particolare, che non potrà che far bene all’economia italiana e che come Uiltrasporti rivendicavamo da anni». «Oltre a questa definitiva aggregazione – aggiungono i segretari Uiltrasporti - anche le ultime dichiarazioni dell’amministratore delegato di Fs Italiane, Mazzoncini, riportate dal Sole 24 Ore, sul...
Continua a leggere

Logistica

Galleria Brennero: focus su avanzamento lavori

Costituito un gruppo di lavoro per monitorare gli interventi

Pubblicato

il giorno

ROMA - Lo stato di avanzamento dei lavori per la nuova Galleria di base del Brennero al centro dell’incontro avvenuto a Roma fra Renato Mazzoncini, amministratore delegato e direttore generale di Fs Italiane, e Andreas Matthä, Ceo di ÖBB. Per il Gruppo Fs Italiane presenti anche Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi), Orazio Iacono, amministratore delegato di Trenitalia, e Marco Gosso amministratore delegato di Mercitalia Logistics. Con i vertici delle società operative di ÖBB, fra cui il gestore dell’infrastruttura ferroviaria austriaca, è stato costituito un gruppo di lavoro che avrà il compito di monitorare costantemente gli interventi in corso sulle linee di accesso alla Galleria di base del Brennero, sia lato Italia (Verona - Brennero) sia lato Germania/Austria (Monaco - Brennero), per garantire e monitorare la realizzazione delle opere di accesso necessarie alla piena funzionalità del tunnel. Il completamento dei lavori è previsto ne...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi