Futuro dei lavoratori Pietro Chiesa si decide il 15 Marzo

comitato
GENOVA - Ancora un rinvio, l’ultimo, per decidere il futuro dei 29 lavoratori della Pietro Chiesa, la compagnia dei carbonini del porto di Genova che va verso la liquidazione. Lo sciopero iniziato ieri mattina con un blocco all’ingresso del Terminal Rinfuse, l’unico in cui la compagnia è autorizzata a lavorare, è stato sospeso dopo l’incontro con il terminalista Aldo Spinelli e l’Autorità di Sistema portuale del Mar Ligure occidentale (Genova e Savona). «L’Autorità entro il 15 Marzo dirà quanti e quali terminalisti genovesi si impegnano ad assumere i lavoratori della Pietro Chiesa e nel verbale dell’incontro c’è scritto anche che chi rimane fuori sarà inserito nell’organico della Culmv (Compagnia unica lavoratori merci varie), fatta salva una serie di adempimenti tecnico burocratici che l’Autorità portuale ha in corso di definizione con il dipartimento delle politiche europee e forse l’Unione europea in seguito», spiega Roberto Gulli, segretario generale Uiltrasporti di Genova...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

estate
Porti

Estate a Piombino con presidio sanitario in porto

PIOMBINO – Rinnovata anche per quest’anno in previsione dell’estate la convenzione tra l’Autorità di Sistema portuale del mar Tirreno settentrionale e tutte le Associazioni del soccorso del Comune di Piombino…
Porti

Protocollo d’Intesa tra Alis e Assiterminal

ROMA – E’ stato siglato un importante protocollo di intesa tra Alis, Associazione logistica dell’intermodalità sostenibile, e Assiterminal, Associazione italiana terminalisti portuali, avente ad oggetto lo sviluppo congiunto di temi…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar