Connect with us

Shipping

Ue vieta acquisizione Daewoo da parte di Hyundai

La fusione tra i due costruttori navali avrebbe creato una posizione dominante

Pubblicato

il giorno

acquisizione
BRUXELLES - La Commissione europea ha vietato, ai sensi del regolamento Ue sulle concentrazioni, l'acquisizione di Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering CO., Ltd (DSME) da parte di Hyundai Heavy Industries Holdings (HHIH). La fusione tra i due costruttori navali sudcoreani avrebbe creato una posizione dominante da parte della nuova società risultante dalla fusione e ridotto la concorrenza nel mercato mondiale della costruzione di grandi vettori di gas liquefatto ("GNL") ("LLNGC"). Le parti non hanno offerto formalmente rimedi per rispondere alle preoccupazioni della Commissione. La vicepresidente esecutiva Margrethe Vestager, responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato: “ Le grandi navi GNL sono un elemento essenziale nella catena di approvvigionamento del gas naturale liquefatto (GNL) e consentono il trasporto di questa fonte di energia in tutto il mondo. Il GNL contribuisce alla diversificazione della fonte di ...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shipping

Nel 2023 il 73% delle navi di oggi non sarà autorizzato a navigare

Lo studio di Assarmatori e Rina sugli impatti delle normative IMO e del pacchetto Fit for 55

Pubblicato

il giorno

navi
GENOVA - I risultati degli studi presentati da Assarmatori e Rina presentano un futuro difficile per il settore dello shipping italiano chiamato ad adeguarsi alle normative IMO e al pacchetto Fit for 55. “La decarbonizzazione -ha detto Ugo Salerno, ad Rina- coinvolge tutto il mondo produttivo e dei trasporti. In particolare lo shipping è classificato come uno dei più difficili, hard to abate. Attualmente non ci sono soluzioni efficaci, si stanno esplorando tutte le strade, nucleare compreso, con lo sviluppo di piccoli reattori che comunque non saranno pronti prima di 6/7 anni”. “Abbiamo voluto promuovere questo lavoro -ha sottolineato il presidente Stefano Messina- ed essere pragmatici. In un anno, dall'uscita delle normative Fit for 55 è stato fatto tanto, ma siamo partiti da zero e ancora dobbiamo andare avanti. Le misure volute dalla Commissione europea per la decar...
Continua a leggere

Shipping

2021: più utili per le compagnie marittime

Ci si aspettava di più dal 2022, ma lo scoppio del conflitto ha riportato il mondo dell’economia nell’incertezza

Pubblicato

il giorno

seminari compagnie
MILANO - ­Le società coinvolte nelle tre grandi alleanze controllano l’82,5% dell’offerta di capacità e il 51,6% delle navi, la flotta a disposizione delle 11 compagnie analizzate è di 2.880 navi, il 46% delle portacontainer totali, che sale al 56% comprendendo Msc. La capacità complessiva è pari a circa 17 milioni di teu (69% del totale, 86% con Msc), dati che rimangono sostanzialmente invariati rispetto al 2021. Sono solo due dei principali risultati del report “Le compagnie di navigazione: un’analisi economico-finanziaria-bilanci 2021 e trimestrale 2022”, elaborato dal Centro Studi Fedespedi. Nell'indagine si sono analizzate le performance economico-finanziarie delle principali compagnie di navigazione: CMA-CGM, Cosco e OOCL, Evergreen, Hapag-Lloyd, Hyundai MM, Maersk, Wan Hai, Yang-Ming, ZIM, ONE...
Continua a leggere

Shipping

Ets: Assarmatori (quasi) soddisfatto delle decisioni

Bene l’esenzione delle tratte effettuate per servizio pubblico

Pubblicato

il giorno

ets
ROMA - La decisione del Parlamento europeo sul sistema europeo di scambio di quote di emissioni (Ets) in vista dell’avvio dei negoziati finali con il Consiglio dell’Unione europea viene vista di buon occhio da Assarmatori. La posizione presa è quella di esentare dall’Ets le tratte effettuate nell'ambito di un contratto di servizio pubblico o soggette a obblighi di servizio pubblico a norma del regolamento. Per questo motivo Assarmatori ha inviato un ringraziamento particolare ai deputati europei italiani che hanno fornito il loro contributo positivo per il varo di questo emendamento. Nella relazione approvata dal Parlamento si riconosce esplicitamente l’esistenza di “impatti avversi” sui servizi che garantiscono la continuità territoriale derivanti dall’Ets, come sostenuto da tempo anche dall’Associazione. Se la direzione è quella giusta...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi