Importante vittoria di Assonat in materia di “Marina Resort”

ROMA - L’Agenzia delle Entrate ha affermato l’applicabilità dell’iva al 10% anche per i servizi aggiuntivi dei “Marina resort”. Si tratta di una nuova importante vittoria conquistata da Assonat a favore dei porti turistici italiani, che segue quella ottenuta con il provvedimento del Consiglio di Stato dello scorso 26 giugno, in merito alla sospensione della richiesta di aumento dei canoni demaniali. Nella nota di risposta a uno specifico quesito posto dall’Associazione (n. 956-62/2021), l’Agenzia delle Entrate ha in sintesi affermato che “per i marina resort, sono agevolabili, ai fini IVA (10%), non solo i servizi di accoglienza e messa a disposizione nel porto turistico, dello specchio acqueo per il pernottamento dei diportisti a bordo delle proprie imbarcazioni, ma anche i servizi strettamente accessori, quali servizi di pulizia, di assistenza all’ormeggio, di prenotazione, di vigilanza e sicurezza e l’addebito di consumi”. Tale a...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Nautica

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

E-ssence
Nautica

E-ssence: è nata l’era del boat sharing!

E-ssence è una startup nata all’interno della Bologna Business School. La prima ad avere l’idea, e poi renderla realizzabile, del boat sharing, rigorosamente elettrico. Basta scaricare l’app e così come…
titoli nautica regolamento cartabia
Nautica

Riforma Cartabia e attribuzione di poteri cautelari agli arbitri

Un nuovo intervento dell’avvocato Alfonso Mignone, presidente del Tribunale arbitrale della nautica, sezione della Camera Arbitrale Internazionale (qui l’intervista). Stavolta si parla di “Riforma Cartabia e attribuzione di poteri cautelari agli arbitri“.…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar