Pitto: Genova più efficiente con E-port

GENOVA - «Il porto di Genova dal punto di vista dell’innovazione digitale è all’avanguardia, sicuramente all’altezza dei porti del Nord Europa. Invece siamo sempre conosciuti per quello che accadeva 20 anni fa, per gli scioperi: sono luoghi comuni duri a morire». Così Alessandro Pitto, presidente di Spediporto, l’associazione degli spedizionieri genovesi a Interlaken in Svizzera alla 18^ edizione della Sea Freight Conference ”New Challenge: Is security and hinterland connectivity - in peril?” organizzata dallo Swiss Shippers’ Council, ha raccontato una realtà, quella del sistema informatico del porto di Genova, E-port, che molti operatori ancora non conoscevano, ancorati ancora al vecchio schema dello scalo inaffidabile. «E’ un sistema unico nel panorama italiano che garantisce efficienza e sicurezza. Abbiamo iniziato a lavorarci nel 2004 sull’onda delle code quotidiane e della congestione ai gate - dice -. Allora lo scalo movimentava 1.600.000 teu e i tempi di attesa per i camio...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Shipping

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

houthi
Shipping

Nuovo attacco Houthi a una nave greca

ROMA – Secondo quanto si legge negli ultimi aggiornamenti dal Mar Rosso del Comando Centrale degli Stati Uniti nella giornata di ieri, i ribelli Houthi avrebbero lanciato cinque missili balistici…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar