Rallentamento camion al confine italo-sloveno

addetti alla logistica veicoli
TRIESTE - "La situazione al confine italo-sloveno continua a innescare problemi enormi ai territori di Gorizia e Trieste e al lavoro di chi controlla i camion merci in transito. Possiamo affermare purtroppo che ad oggi, nonostante il costante atteggiamento positivo di Italia e Friuli-Venezia Giulia verso la Slovenia, in ottica di cooperazione transfrontaliera, non ci sia una condotta simile e reciproca da parte di quest'ultima". A dirlo in una nota i consiglieri regionali di Fratelli d'Italia Claudio Giacomelli, Alessandro Basso e Leonardo Barberio commentando i continui problemi riscontrati dagli operatori economici e dalle forze dell'ordine ai valichi di confine di Sant'Andrea e Fernetti. "Infatti - spiegano i tre consiglieri - il blocco e il rallentamento dei camion, dovuto alle misure introdotte dalla Slovenia di chiusura dei valichi secondari, danneggiano il tessuto economico nazionale in un momento molto difficile: è pur vero che il traffico merci è libero ma il tras...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Trasporto

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

conemar
grendi