‘Navigando in acque agitate’: il report ONU sul trasporto marittimo

NEW YORK - Pubblicato il rapporto UNCTAD , la Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo, sul trasporto marittimo. "Il COVID-19, la guerra in Ucraina, i cambiamenti climatici e la geopolitica hanno devastato il trasporto marittimo e la logistica, intasando alcuni porti e chiudendone altri, riconfigurando le rotte, prolungando i ritardi e aumentando i costi di spedizione - racconta il rapporto - Le navi trasportano oltre l'80% del commercio mondiale, quindi interruzioni nei porti e sulle rotte marittime significano che cibo, energia, medicine e altri beni essenziali non raggiungono chi ne ha bisogno. Le imprese sono rimaste senza rifornimenti. E i prezzi per produttori e consumatori salgono. Sebbene i ritardi siano migliorati e le tariffe del carico secco stiano diminuendo, il trasporto marittimo, e quindi il commercio mondiale, rimane vulnerabile (...) A livel...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Shipping

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

rimorchiatori
Shipping

MSC si espande anche nel settore dei rimorchiatori

GINEVRA – Msc ha chiuso un’alleanza strategica con la compagnia armatoriale spagnola Boluda Corporación Marítima (Bcm), un ‘player’ chiave nel settore dei rimorchiatori portuali visto che ha la flotta più numerosa di questo tipo di unità…
felicità
Shipping

La felicità dei marittimi a bordo è in aumento

LIVORNO – Secondo i risultati dell’indagine pubblicata dall’organizzazione The mission to seafarers, i livelli medi di felicità dei marittimi negli ultimi tre mesi 2022 sono arrivati a un punteggio di…

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi