Connect with us

Autotrasporto

Il Tirolo insiste sul numero chiuso per tir

A gennaio 36.100 mezzi pesanti

Pubblicato

il giorno

BOLZANO - Giro di vite per il traffico di tir in Tirolo. Il land austriaco ha fissato le prossime date di "numero chiuso" per i tir nelle giornate da bollino nero. Il 31 marzo, 3 e il 26 aprile come anche il 2 maggio potranno transitare solo 250-300 tir all'ora sull'autostrada dell'Inntal in direzione Brennero, annuncia la Tiroler Tageszeitung. Per motivi ambientali nel 2018 ci saranno complessivamente tra le 25 e le 20 giornate con limitazioni per il traffico di tir. Il traffico pesante continua a crescere al Brennero. A gennaio sono stati registrati 36.100 mezzi pesanti, ovvero +22%. Il provvedimento, criticato da autotrasportatori in Germania come anche in Italia, viene invece difeso dal governatore tirolese Guenther Platter. «La misura ha fatto sì che il tema del traffico pesante sull'asse del Brennero sia stato riportato a livello europeo».
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Autotrasporto

Unatras: incontro urgente con Toninelli

Inviata lettera per evidenziare le problematiche del settore da risolvere

Pubblicato

il giorno

Tirolo unatras
ROMA - Unatras (Unione nazionale delle associazioni dell’autotrasporto merci), unitamente alla Fai e  alle altre associazioni dell’autotrasporto del coordinamento, ha chiesto la convocazione di un incontro urgente al ministro dei Trasporti Toninelli e al vice ministro Rixi, considerato che le emergenze individuate nel settore, già rappresentate a Rixi in occasione dell’incontro del 2 Ottobre, ad oggi sono ancora in attesa di soluzioni concrete. "Unatras, nello specifico -si legge nella lettera firmata dal presidente Amedeo Genedani- pur apprezzando la disponibilità del Governo alla ripresa del tavolo di confronto, ha posto precise richieste sulle quali il viceministro Rixi si è impegnato a fornire risposte, in particolare sulle tematiche più urgenti, quale l’eliminazione del previsto taglio del 15% al rimborso accise sul gasolio; l’affidamento anche alle officine private delle revisioni dei mezzi pesanti, così da garantire la sicurezza e smaltire l’inefficienza delle Motorizzazio...
Continua a leggere

Autotrasporto

Emissioni CO2: il Parlamento europeo approva riduzioni

Per la prima volta regolamentate disposizioni per i veicoli pesanti

Pubblicato

il giorno

emissioni
BRUXELLES – I deputati europarlamentari hanno approvato ieri, per la prima volta, degli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 prodotte da autocarri e autobus per contribuire al taglio delle emissioni di gas serra entro il 2030. I voti a favore sono stati 373 voti, 285 quelli contrari e 16 astensioni. Per i nuovi camion, l'obiettivo adottato è stato più alto rispetto a quello della Commissione europea, 35% anzichè 30% fissando anche l'obiettivo intermedio al 2025 al 20%. Questo significa che i costruttori dovranno garantire che i veicoli a zero e basse emissioni (che ne emettono almeno il 50% in meno) rappresentino una quota di mercato di almeno il 5% entro il 2025 e del 20% delle vendite entro il 2030. Il Parlamento ha chiesto in aggiunta che la Commissione europea predisponga misure per test in condizioni reali di guida per le emission...
Continua a leggere

Autotrasporto

Tarlazzi: Governo non torni indietro su grandi opere

Appello del segretario generale Uiltrasporti

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

ROMA - “E’ corretto fare analisi costi/benefici sulle grandi opere infrastrutturali, ma sarebbe anche fondamentale dare continuità a quanto già programmato, senza ricominciare daccapo ogni volta che cambia un Governo”. Ad affermarlo il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, che prosegue: “Fermare o cambiare programmi già avviati, equivale a perdere credibilità, incidendo negativamente sulla programmazione degli investimenti delle imprese e quindi sulla capacità di crescita complessiva del Paese. “In Italia - prosegue il segretario generale - abbiamo bisogno urgente di recuperare il gap con il resto dell’Europa. Opere come il Terzo Valico o la Torino-Lione rispondono ad analisi macroeconomiche di sistema, che vanno al di là dei costi/benefici di una singola opera, rispondendo a logiche di interesse economico, sociale e di prospettiva di tutto il Paese”. “C’è bisogno di integrazione con il resto d’Europa e con i paesi del Nord Africa, mediante connessioni mate...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi