Connect with us

Porti

Ancona studia utilizzo darsena Marche

Nuove aree dopo all’abbattimento dei 46 silos

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

utilizzo
ANCONA - Sono in corso una serie di valutazioni per definire una base solida di confronto sull’utilizzo delle banchine 19, 20 e 21 della darsena Marche del porto di Ancona, uno spazio rinnovato che sarà imprescindibilmente destinato ad uso e consumo di attività portuali, lasciando aperto lo spazio agli scenari di utilizzo ma comunque di carattere commerciale e di traffico merci e passeggeri. Una nota congiunta, a firma Rodolfo Giampieri e del contrammiraglio Enrico Moretti, rispettivamente presidente dell’Autorità di Sistema portuale e comandante del porto di Ancona, informano che i nuovi spazi disponibili per le attività portuali derivano dalla trasformazione in corso al porto, resa possibile grazie all’abbattimento dei 46 silos collocati sull’area, già ultimato quello dei 34 in concessione a Silos Granari della Sicilia srl e da effettuare quello dei 12 di Sai srl. Una decisione, questa, nata come risposta alla forte riduzione del mercato dei...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Porti

Firmato il “Livorno Blue Agreement”

Per mitigare l’inquinamento ambientale del traffico marittimo

Avatar

Pubblicato

il giorno

"Livorno Blue Agreement"
LIVORNO - Questa mattina nella sala Cerimonie di Palazzo Comunale è stato firmato il “Livorno Blue Agreement”. Si tratta di un accordo volontario finalizzato a mitigare gli effetti dell’inquinamento ambientale derivanti dal traffico marittimo, a tutela della salute dei cittadini e dei lavoratori portuali. A siglarlo, l’Amministrazione comunale, la Capitaneria di porto di Livorno, e le principali compagnie di navigazione interessate da traffici ro-ro, passeggeri nel porto labronico (Cin, Forship, Grimaldi, Moby e Toremar). Come ha spiegato l'ammiraglio Tarzia, comandate del porto e uno dei firmatari, con questo accordo le compagnie di navigazione si impegnano a seguire pratiche ancora più stringenti, ad esempio anticipando i cicli delle manutenzioni, riducendo l'uso dei motori termici durante le soste in porto, creando così condizioni migliori in tema di inquinamento ambientale.
Continua a leggere

Porti

Impulso economico da Zes Interregionale Adriatica

Grandi opportunità fiscali ed amministrative

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

Interregionale Adriatica
BARI - Con la formale istituzione della Zona economica speciale Interregionale Adriatica possono finalmente iniziare a cogliersi le grandi opportunità rappresentate da notevoli benefici, in termini fiscali e di semplificazione amministrativa, contenute in tale strumento volte come sono a determinare un significativo impulso alla crescita economica e occupazionale nel territorio di riferimento. Come sottolinea l'Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico meridionale "per la semplificazione delle procedure amministrative, in particolare, sono attuative le previsioni contenute, per l’appunto, nel cd. “Decreto Semplificazioni” - decreto legge 14 Dicembre 2018, nr. 135, convertito con modificazioni dalla legge 11 Febbraio 2019, nr.12 - laddove all’art.3-ter - semplificazioni per le Zone economiche speciali (Zes) e per le Zone logistiche semplifica...
Continua a leggere

Porti

“Procedimento Ue su tasse rischia di compromettere sistema”

I sindacati denunciano “un disastro, che potrebbe essere annunciato”

Giulia Sarti

Pubblicato

il giorno

procedimento
ROMA – Sul procedimento, che profila una violazione del diritto comunitario per aiuti di stato, promosso dalla Commissione europea sulla abolizione dell’esenzione dell’imposta sul reddito delle società che operano nei porti italiani, intervengono le sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. “Si rischia -dichiarano insieme in una nota- di innescare un meccanismo deleterio nel nostro sistema portuale”. “Rispetto alla decisione adottata dalla Commissione l’8 Gennaio 2019, e il procedimento relativo che l’Italia non ha accettato respingendo gli addebiti nel Marzo successivo -continuano le organizzazioni- occorre rendere consapevole la Commissione che l’esenzione dell’imposta non ha alcuna attinenza con una pratica distorsiva della concorrenza interna, comunitaria ma, al contrario, rivolta al...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi