Assarmatori: “Italia in prima fila a Bruxelles per la tutela dei traffici marittimi”

Assarmatori
ROMA – “Abbiamo visto un sistema-Paese, quello italiano, in prima fila a Bruxelles nella difesa dei traffici marittimi e portuali nazionali ed europei: il CII è stato rimosso dalla nuova direttiva sul Port State Control grazie all’intervento della delegazione italiana, e anche il Parlamento europeo ha lanciato un grido di allarme sui rischi distorsivi dell’ETS per gli scali continentali di transhipment. La Commissione europea ne prenda atto, trasformando le parole in fatti concreti”. Così il Segretario Generale di Assarmatori Alberto Rossi al termine di una nuova Mission a Bruxelles dell’Associazione armatoriale, iniziata all’indomani del Consiglio UE dei Ministri Trasporti di lunedì scorso e conclusasi con una Risoluzione sui porti europei approvata dalla Commissione Trasporti (TRAN) del Parlamento europeo del giovedì successivo. Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Shipping

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

EDGE
Shipping

Una joint venture EDGE-Fincantieri

ROMA – Nasce una nuova joint venture tra EDGE, uno dei principali gruppi mondiali di tecnologia avanzata e difesa, che deterrà una partecipazione del 51% e Fincantieri che si occuperà…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi