Connect with us

Porti

Bacini: dirottate da Livorno commesse milionarie

Occupata sine die da Azimut-Benetti la banchina 76 destinata alle riparazioni

Avatar

Pubblicato

il giorno

bacini
LIVORNO - Una decina di importanti commesse del valore di diversi di milioni perdute solo nell’ultimo semestre. A tanto corrisponde il volume di lavoro a cui Livorno ha dovuto rinunciare nel campo delle riparazioni navali, un settore storico e remunerativo che, ormai, sembra trovare nella voxclamantis in deserto del Vescovo Giusti la sua ultima ed unica difesa. È questo il quadro che presenta Massimo Netti, di Jobson group (una delle due società in gara per i bacini livornesi), nel riferire di essere stato costretto a indirizzare a Genova, Napoli, Marsiglia e Piombino diverse navi che avevano chiesto di poter essere riparate a Livorno. La ragione è una sola, sempre la stessa da ormai troppo tempo: la banchina 76 dello scalo labronico, dedicata specificamente alle riparazioni e agli allestimenti navali, non ostante le ingiunzioni dell’Authority, continua ad essere occupata sine die da un mega Yacht di Azimut Benetti varato da...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Porti

Recupero ecoballe a Piombino

Borrelli: confidiamo di procedere celermente, anticipando i tempi

Avatar

Pubblicato

il giorno

recupero ecoballe
PIOMBINO - Per fare il punto sul recupero delle ecoballe disperse nel Golfo di Follonica, si è tenuta nella sala del Centro operativo avanzato della Protezione Civile nel porto di Piombino, una conferenza stampa, alla quale è intervenuto anche il presidente dell'AdSp del Mar Tirreno settentrionale, Stefano Corsini. Come noto, le ecoballe furono disperse nel Golfo di Follonica nel 2015 dalla motonave Ivy al largo dell'isolotto di Cerboli, nel tratto di mare fra l'Elba, Follonica e Piombino. Ora, le operazioni di recupero delle ecoballe, su decisione del ministero dell'Ambiente, vedono l'intervento diretto dello Stato Maggiore della Marina militare. Il 24 Luglio, infati, il ministro dell'Ambiene, Sergio Costa ha proclamato lo stato di emergenza, nominando il Capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, commissario starordinario. "Abbiamo già recuperato due balle - ha detto Borrelli - ed individuate altre che presto...
Continua a leggere

Porti

Continua il balletto sulle sorti del porto di Venezia

Santi: chiarire i poteri del Commissario straordinario

Avatar

Pubblicato

il giorno

sorti del porto
VENEZIA - Continua il balletto sulle sorti del porto di Venezia, ma ormai questo balletto si è trasformato in una danse macabre. La Venezia Port Community non entra nel merito della crisi istituzionale dell’Autorità di Sistema portuale, nè tantomeno sui motivi e la scelta del ministro dei Trasporti di nominare Commissario straordinario a questo punto l’ex presidente Pino Musolino generando un ulteriore strappo istituzionale all’interno della stessa Autorità. Ma entra a gamba tesa sul significato pratico di questa empasse, che sposta ulteriormente in avanti, quasi a tempo indeterminato, le scelte operative indispensabili per garantire non solo un futuro, ma anche un presente al porto. "Scelte operative che riguardano – come ormai noto a tutti – ma forse non al Governo, la manutenzione dei canali, i fondali, il piano morfologico...
Continua a leggere

Porti

Messina approva il Piano Operativo Triennale

Mega: ora disponiamo di un documento guida condiviso da tutti

Avatar

Pubblicato

il giorno

Piano Operativo Triennale
MESSINA - Il Piano Operativo Triennale 2020/2022 dell’Autorità di Sistema portuale dello Stretto, è stato approvato all’unanimità nella seduta di oggi 7 Agosto dal Comitato di gestione dell'AdSp, dopo il consenso fornito sempre all’unanimità dall’Organismo di Partenariato della Risorsa mare nella seduta del  5 Agosto. Il documento, che per la prima volta riguarda nel suo complesso tutti i porti dell’Area dello Stretto, contiene la strategia che l’AdSp porrà in essere nel breve e medio termine per sostenere lo sviluppo dei traffici portuali ed avviare la creazione di un sistema portuale integrato a supporto di una moderna mobilità nell’area sia per i passeggeri che per le merci. Il Pot è stato elaborato attraverso un percorso di confronto che ha coinvolto nelle fasi preliminari non solo le Istituzioni locali ed i rappresentanti delle categorie economiche e sociali dei territori delle Città Metropolitane di Reggio Calabria e di Messina,...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi