Botta: “Il pubblico deve mantenere un pieno controllo sui porti”

porti tecnologia e spedizionieri spediporto
GENOVA - Dopo una breve pausa estiva, la riforma dei porti torna ad animare il cluster marittimo, in particolare dopo le dichiarazioni del ministro Tajani. Un tema che in Liguria è particolarmente sentito rivestendo un ruolo centrale nella portualità italiana e viceversa, poggiando molto della sua economia sulle attività dei porti. In questo scenario, Spediporto con il suo direttore generale Giampaolo Botta non usa mezzi termini per tracciare la linea di pensiero dell’Associazione: “La portualità è il terminale logistico e non solo al servizio del comparto produttivo del nostro Paese. Rappresenta, dunque, un asset strategico su cui, a nostro giudizio, il pubblico deve mantenere un pieno controllo”. Ma, continua Botta, “non ci devono essere preclusioni verso l’ingresso di investitori privati”. Questo tipo d...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Porti

La crescita continua del porto di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Pino Musolino, presidente dell’AdSp del Mar Tirreno Centro Settentrionale, ha fatto gli onori di casa nel contesto dell’evento organizzato da Automar dedicato alla professione di autista di bisarca.…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi