Cresce protesta Compagnia portuale Olbia

OLBIA - Nuova manifestazione di protesta dei sindacati che ieri mattina hanno allestito un gazebo all’esterno della Stazione marittima nel porto dell’Isola Bianca di Olbia per ricordare la grave situazione che vivono i 33 dipendenti della Compagnia portuale Filippo Corridoni, in cassa integrazione dal primo Febbraio scorso.
La società è stata messa in ginocchio dalla crisi del porto di Olbia, dalla diminuzione dei traffici passeggeri e merci, dalla sospensione di alcuni collegamenti strategici che hanno accelerato il tracollo della compagnia portuale, con la definitiva cassa integrazione per buona parte dei suoi dipendenti.
Per Luigi Birardi, uno dei cassaintegrati della Corridoni, «la crisi dei trasporti via mare riflette la situazione economica locale». La Filt-Cgil territoriale ha avviato una serie di incontri con soggetti privati e istituzioni nel tentativo di trovare nuove strategie per cercare di non perder i posti di lavoro.

Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Archivio

Articoli correlati

Nessun risultato trovato.

Potrebbe interessarti

Archivio

Porto Trieste hub lungo Via della Seta

TRIESTE – L’importanza dello scalo portuale di Trieste nell’ambito degli scambi internazionali e la valenza del sistema logistico del Friuli Venezia Giulia, sono stati alcuni dei temi affrontati nell’incontro tra…
Cfo moby 15 12 17
Archivio

Francesco Greggio nuovo Cfo Gruppo Moby

MILANO – Francesco Greggio è il nuovo Chief financial officer del Gruppo Moby. Si tratta – informa la compagnia – di una promozione dall’interno dal momento che Greggio è in…
Archivio

In comune a Trieste ambasciatore della Turchia

TRIESTE – L’ambasciatore di Turchia Murat Salim Esenli, inquesti giorni è aTrieste in visita ufficiale. Accompagnato dal console generale della Repubblica di Turchia a Milano Hami Aksoy, dal primo segretario…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

grendi