In Europa è boom di richiesta per il Gnl

GNL
ROMA - La crisi scatenata dai tagli di Gazprom ha portato un cambiamento epocale nel mercato del gas, obbligando l'Europa a rivolgersi sempre di più alle importazioni di gas naturale liquefatto (Gnl) come principale forma di approvvigionamento del combustibile. Questa transizione ha protetto l'Europa dai ricatti di Mosca, ma ha anche portato a una fase prolungata di incertezza, con forniture di gas più costose e aleatorie rispetto a quelle a cui eravamo abituati. Secondo l'Agenzia internazionale dell'energia (Aie), coe riporta un articolo de Il Sole 24 Ore di oggi (19/7), nel 2022 il Gnl ha rappresentato il 35% della domanda di gas nell'Unione Europea, un aumento significativo rispetto al 12% del decennio precedente. Questa percentuale è simile a quella che il gas russo fornito tramite gasdotti aveva prima dell'invasione dell'Ucraina. La corsa per ottenere nuovi rigassificatori per gestire...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Senza categoria

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

prato
Senza categoria

Sustainable Tour 2023 fa tappa a Prato

PRATO – A sole due settimane di distanza dal dibattito promosso da evenT all’interporto di Parma, torna l’appuntamento con il Sustainable Tour 2023, il ciclo di incontri sulla sostenibilità nel mondo…
Giorgio Bucchioni
Senza categoriaShipping

La serata per Giorgio Bucchioni

LA SPEZIA – Il Propeller Internazionale Club della Spezia e di Marina di Carrara ha dedicato una serata, fortemente voluta e organizzata dall’attuale presidente Gian Luca Agostinelli e dallo staff…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast