Livorno: d’Amico illustra «difficoltà» armatori italiani

Propeller Livorno 13-03-13

Gli ospiti del Propeller Club di Livorno (foto Laura Bolognesi)

di Renato Roffi

LIVORNO - Che l’economia legata al mare sia fra le voci maggiormente significative ed importanti per il nostro Paese è evidente come il sorgere quotidiano del sole, eppure, ormai da diversi anni, gli ineffabili responsabili (o irresponsabili) politici che si sono avvicendati al Governo hanno ritenuto di poter proseguire lungo il cammino tracciato da chi, agli inizi degli anni ’90, ritenne che l’Italia potesse fare a meno di un ministero specifico per la Marina mercantile, o per le politiche del mare o come Diavolo altro lo si voglia chiamare.
Sebbene orfani di quella che per decenni era stata, comunque, la loro casa madre, gli armatori italiani, ...

Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Archivio

Articoli correlati

Nessun risultato trovato.

Potrebbe interessarti

Archivio

Porto Trieste hub lungo Via della Seta

TRIESTE – L’importanza dello scalo portuale di Trieste nell’ambito degli scambi internazionali e la valenza del sistema logistico del Friuli Venezia Giulia, sono stati alcuni dei temi affrontati nell’incontro tra…
Cfo moby 15 12 17
Archivio

Francesco Greggio nuovo Cfo Gruppo Moby

MILANO – Francesco Greggio è il nuovo Chief financial officer del Gruppo Moby. Si tratta – informa la compagnia – di una promozione dall’interno dal momento che Greggio è in…
Archivio

In comune a Trieste ambasciatore della Turchia

TRIESTE – L’ambasciatore di Turchia Murat Salim Esenli, inquesti giorni è aTrieste in visita ufficiale. Accompagnato dal console generale della Repubblica di Turchia a Milano Hami Aksoy, dal primo segretario…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

conemar
grendi