Connect with us

Economia

Mercato mondiale del marmo in crescita

Lucchetti: non vogliamo aiuti ma certezze per poter investire

Vezio Benetti

Pubblicato

il giorno

Piani estrattivi, Ceccarelli: "Ancora in attesa di una data dal ministero", una veuta di una cava con alcume macchine per la lavoratrice
CARRARA - Il mercato mondiale del marmo è destinato a crescere a un tasso annuo di sviluppo superiore al 3% e dovrebbe raggiungere nel 2023 un valore di produzione pari a 64 milioni di dollari contro i 52 milioni di quest’anno. L’Italia, e in particolare il distretto Apuo-Versiliese, si confermerà stabilmente nella top ten dei paesi produttori di marmo di qualità. I dati sul mercato mondiale sono trapelati a margine di una delle più importanti manifestazioni del distretto marmifero toscano, la White Carrara Downtown, che si è conclusa a Carrara con la partecipazione sempre più qualificata anche di architetti e artisti provenienti da tutto il mondo. Ma se a livello globale si parla di una crescita del 3% annuo, i tassi di sviluppo per il marmo bianco sono destinati ad avere ben altri ritmi. Secondo una ricerca condotta da Global Info Research nei prossimi cinque anni il tasso di crescita annuo per questo prodotto di alta qualità sarà superiore all’11% da 12,2 miliardi nel 2017 ...
Abbonati o effettua il login
Continua a leggere
Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Economia

Assocostieri: occorre un mix di energia

Gnl fondamentale nel trasporto marittimo

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

ROMA - ”L’orizzonte dell’energia - guardare al futuro governando il presente” è il tema dell’incontro, organizzato da Assocostieri in occasione della propria Assemblea annuale che si è tenuta ieri a Roma. Il workshop ha fatto il punto sullo scenario energetico italiano, sottolineando come, al fine di garantire una transizione sostenibile sotto tutti i punti di vista, sia necessario l’utilizzo di una pluralità di fonti energetiche. In modo particolare, il settore dei trasporti, sia marittimi sia terrestri, necessita di un mix attento e bilanciato per assecondare le indicazioni ricevute dall’Unione europea, per procedere verso un futuro che tenda sempre più a “emissioni zero”. È stata un’occasione di confronto, fra i rappresentanti delle Istituzioni di riferimento e le imprese associate. Paolo Uggè, vicepresidente Confcommercio, durante i saluti istitu...
Continua a leggere

Economia

Nuova figura professionale in Liguria

Accordo tra Fincantieri e Regione

Massimo Belli

Pubblicato

il giorno

GENOVA - Nell’ambito dell’accordo tra Fincantieri, Regione Liguria e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil firmato lo scorso anno e volto a realizzare una serie di iniziative finalizzate a favorire i processi di collocazione lavorativa, si allarga ora l’offerta di corsi ITS per il prossimo autunno: partirà infatti in Liguria, all’Accademia della Marina mercantile, un nuovo percorso per venire incontro alle esigenze occupazionali del settore della cantieristica. La giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore all’Istruzione e alla Formazione, Ilaria Cavo, la programmazione del corso “Tecnico superiore per la produzione e manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture”, nato sulla spinta propositiva di Fincantieri con il coordinamento dell’assessorato regionale alla formazione. Si tratta di un corso ITS, ovvero di un corso di specializz...
Continua a leggere

Economia

Zes area Porto Marghera e del Polesine

Marcato: “Far crescere l’economia locale”

Giulia Sarti

Pubblicato

il giorno

porto venezia promares porto marghera
VENEZIA - Roberto Marcato, assessore regionale allo sviluppo economico ed energia della Regione Veneto, interviene nella questione della Zes (Zona economica speciale) che dovrebbe essere istituita in alcune aree ricadenti nelle province di Venezia e Rovigo, nello specifico di Porto Marghera e del Polesine. E lo fa associandosi alle richieste provenienti dal territorio: “Voglio, prima di tutto, dire a chiare lettere che il Veneto non chiede privilegi, ma soltanto che vengano messi a disposizione strumenti di comprovata efficacia, quali la Zes, per poter far crescere l’economia locale e creare nuova occupazione in alcune aree che necessitano di forti trasformazioni, quali, ad esempio, Porto Marghera ed il Polesine. Così come, peraltro, già chiesto dal presidente Zaia con una re...
Continua a leggere

Trending

Il Messaggero Marittimo - I contenuti sono di esclusiva proprietà e non possono essere divulgati sotto alcuna forma se non con il consenso. Copyright © 2017 - Edizioni Commerciali Marittime s.r.l. Sede sociale: Piazza Cavour, 6 - Livorno | Ufficio Registro delle Imprese di Livorno n. 00088620497 | P.Iva 00088620497 | Capitale Sociale € 100.000,00 interamente versati

Scopri tutte le notizie dal mondo dello shipping e della logistica senza limitazioni

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica sui cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi