Venezia 2027: accogliere 1 milione di crocieristi, il 90% homeport

VENEZIA - “Venezia deve rimanere l’homeport crocieristico di riferimento dell’Adriatico e uno dei maggiori porti turistici del Mediterraneo, dalla cui ripartenza dipende il mantenimento delle eccellenze del settore crocieristico anche in altri importanti scali adriatici”. È questo il commento del presidente dell'AdSp del mar Adriatico settentrionale e commissario straordinario Fulvio Lino Di Blasio durante la conferenza stampa di stamani. Perchè si possa raggiungere questo obiettivo indispensabili sono le opere da realizzare e indicate dal Governo di qui al 2026, la stazione passeggeri a Porto Marghera sulla sponda nord del Canale Nord e i relativi due accosti. “Ma stiamo anche lavorando, sempre con la massima attenzione all’eccezionale contesto ambientale in cui ci troviamo, per valorizzare la Marittima e per riposizionare lo scalo clodiense in sinergia con quello veneziano. È un percorso lungo e pianificato nel dettagli...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Porti

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

Porti

La crescita continua del porto di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Pino Musolino, presidente dell’AdSp del Mar Tirreno Centro Settentrionale, ha fatto gli onori di casa nel contesto dell’evento organizzato da Automar dedicato alla professione di autista di bisarca.…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar
grendi