L’aumento del petrolio: dai trasporti alle semine

petrolio
ROMA - È naturale pensare che il costo del petrolio, aumentato esponenzialmente negli ultimi mesi, vada a incidere sui trasporti e la logistica, meno che possa raddoppiare il costo delle semine con un effetto valanga lungo la filiera. “La crescita dei prezzi del petrolio è destinata a contagiare l’intera economia perché -spiega la Coldiretti- riduce il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma aumentano anche i costi delle imprese. Con l’avvio delle operazioni colturali autunnali, gli agricoltori sono costretti ad affrontare rincari fino al 50% per il gasolio necessario per le attività che comprendono l’estirpatura, la rullatura, la semina e la concimazione. Il rincaro dei costi energetici -aggiunge Coldiretti- riguarda anche il riscaldamento delle serre per fiori e ortaggi ma ad aumentare sono pure i costi per l’acquisto dei fertilizzanti, per l’essiccazione ...
Abbonati Effettua il login
Condividi l’articolo
Tags: Economia

Articoli correlati

Potrebbe interessarti

emanuele orsini
Economia

Emanuele Orsini nominato presidente di Confindustria

ROMA – Lo scorso Aprile il Consiglio Generale di Confindustria ha designato Emanuele Orsini presidente, raggiungendo le 147 preferenze. Nomina confermata dall’assemblea privata dei delegati, riunita nell’Auditorium della Tecnica di…
Confetra
Economia

Parola d’ordine: reindustrializzare la Toscana

PIOMBINO –  Nereo Marcucci ha formulato un intervento piuttosto articolato, a 360 gradi, in occasione del recente convegno “Le interconnessioni ferroviarie e la ZLS per il rilancio territoriale di Piombino”,…

Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato su tutte le notizie dal mondo del trasporto e della logistica

Il nostro Podcast

bunkeroil banner
conemar